Incendio alla Bovisasca, Milano ostaggio della puzza: bruciano gola e occhi. Arpa: “Colpa del vento da nord”

Un odore come di gomma bruciata o, per qualcun altro, di ferro bruciato che irrita la gola e fa lacrimare e arrossire gli occhi. I vigili del fuoco sono ancora alle prese con l’incendio al capannone di rifiuti di via Chiasserini alla Bovisasca scoppiato domenica notte e intanto Milano si è svegliata avvolta in una cappa di fumo e puzze. C’è anche qualcuno che è uscito con la mascherina sulla bocca. Le segnalazioni, infatti, arrivano da diverse zone della città, anche da quartieri come Pagano, che vicini non sono affatto alla zona del rogo. Nelle chat dei genitori sono diversi i messaggi delle persone che si pongono il problema. Ci sono mamme e papà che si chiedono se non sarebbe meglio tenere i figli a casa, per precauzione e qualcuno forse l’avrà anche fatto.Milano, incendi nei depositi rifiuti: i vigili del fuoco tra le fiamme altissimein riproduzione….

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.