Pendolari, il piano di Trenord: “Autobus al posto dei treni sulle linee meno frequentate”

Sostituire i treni più vecchi delle linee meno frequentate con autobus. E’ la proposta di Trenord (50 per cento Ferrovie Nord Milano, 50 per cento Trenitalia) per fronteggiare la situazione di emergenza in cui versa il servizio ferroviario in Lombardia, peggiorato in termini di puntualità e soppressioni rispetto all’anno scorso.

A confermarlo è stato il nuovo amministratore delegato, Marco Piuri nel corso di un’audizione in commissione Territorio e infrastrutture della Regione. “Abbiamo proposto – ha spiegato – di ridurre le corse dei treni con meno di 50 passeggeri sulle linee più periferiche sostituendoli con autobus”. Piuri ha precisato che “questo intervento riguarda solo l’1 per cento dei passeggeri, cioè 7mila viaggiatori sui 750 mila” utenti giornalieri di Trenord e non toccherà le direttrici principali da e per Milano. Riguarderà – ma soltanto nelle fasce orarie non di punta – le tratte Codogno-Cremona-Mantova, Mortara-Pavia e Vercelli-Pavia, poi ancora Seregno-Carnate e Bornate-Rovato. Il piano invernale di Trenord è stato approvato due giorni fa dal cda e trasmesso poi alla Regione, a cui spetta l’ok finale.

“In questo modo togliamo flotta vecchia e recuperiamo personale senza toccare il cuore del sistema. Non crediamo di peggiorare il servizio ma diciamo ai 7 mila che anziché andare in stazione e trovare un treno soppresso troveranno un autobus certo che li porterà a destinazione”, ha assicurato il manager.

Oltre alla rimodulazione del servizio, il piano di Trenord – al momento limitato soltanto all’orario invernale (dal 9 dicembre a giugno) – conta anche sui treni aggiuntivi promessi da Trenitalia, che “garantiranno nel periodo invernale oltre 20 convogli in più”. “L’obiettivo è di ridurre del 50 per cento le soppressioni e i disservizi di nostra responsabilità” ha affermato Piuri che però ha anche aggiunto: “Questo piano non risolve le criticità, che dipendono solo in parte da Trenord, ma vuole ridurle. Il nostro impegno è di invertire la tendenza del 2018. Io sono qui da un mese e mezzo, non sono superman e i problemi non si risolvono magicamente o con dei colpi di genio”.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.