Chicago PD 6×10 – Recensione: La lealtà di Adam Ruzek

Il decimo episodio di Chicago PD 6 è andato in onda. Adam Ruzek ha fatto la sua scelta seguendo il codice di lealtà di Hank Voight e ricordando Alvin Olinsky. Lui, ne sarebbe stato orgoglioso.  Quel codice, quella lealtà che ha portato alla morte di Alvin nella scorsa stagione di Chicago PD, è tornato. E’ …

from Blogger http://bit.ly/2HcRQDt
via SEO Services

La cattura di Battisti, la procura indaga sui fiancheggiatori: su Skype usava il profilo ‘Cesare 1900’

La Procura di Milano ha aperto un’indagine ‘esplorativa’, senza ipotesi di reato né indagati per ora, sulla rete di protezione che ha aiutato Cesare Battisti, il terrorista dei Pac arrestato l’altro ieri a Santa Cruz De la Sierra in Bolivia, durante la sua latitanza. Alberto Nobili, responsabile dell’antiterrorismo milanese e titolare del fascicolo, è in attesa della relazione della Digos su quanto è accaduto negli ultimi anni. La condanna – hanno spiegato il procuratore generale Roberto Alfonso e il sostituto pg Antonio Lamanna – rientra nei casi dell’ergastolo ‘ostativo’, ossia senza la possibilità di ottenere benefici. [...]  read more

Jamal was photographed in a swimsuit

It is also impossible not to notice the bold singer swimsuit that accentuates her Breasts. “Joy! We are very dependent on this feeling. It is very difficult to …
social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #swimsuit

Wonder Woman 1984: Ecco come potrebbe tornare Steve Trevor

Ecco come Steve Trevor potrebbe tornare in Wonder Woman 1984 Quando durante l’ultimo film di Wonder Woman gli spettatori hanno assistito virtualmente alla dipartita di Steve Trevor (Chris Pine) lo shock è stato ovviamente molto. Ma tutti sono rimasti ancora più sbalorditi quando in alcuni fotogrammi di Wonder Woman 1984 è apparso di nuovo proprio […]

L’articolo Wonder Woman 1984: Ecco come potrebbe tornare Steve Trevor proviene da Talky! Media.

from Talky! Media http://bit.ly/2MgBLvr
via IFTTT

Screens Might Be as Bad for Mental Health as … Potatoes

Psychologists can’t seem to agree on what technology is doing to our sense of well-being. Some say digital devices have become a bane of modern life; others claim they’re a balm for it. Between them lies a shadowy landscape of non-consensus: As the director the National Institutes of Health recently told Congress, research into technology’s effects on our thoughts, behaviors, and development has produced limited—and often contradictory—findings.

As if that uncertainty weren’t vexing enough, many of those findings have sprung from the same source: Giant data sets that compile survey data from thousands or even millions of participants. “The problem is, two researchers can look at the same data and come away with completely different findings and prescriptions for society,” says psychologist Andrew Przybylski, director of research at the Oxford Internet Institute. “Technological optimists tend to find positive correlations. If they’re pessimists, [...]  read more