Sicurezza, stop all’esercito all’ingresso del Duomo di Milano: arriva la vigilanza privata

Negli ultimi anni, soprattutto dopo gli allarmi lanciati per gli attacchi terroristici in diverse città, erano diventati una presenza fissa sul sagrato: ma da martedì prossimo non ci saranno più i militari dell’Esercito italiano a controllare gli ingressi del Duomo di Milano, ma agenti di vigilanza privata. Saranno loro a garantire gli accessi controllati in Duomo, con i metal detector per borse e zaini delle migliaia di persone che ogni giorno si mettono in coda. I militari, con polizia e vigili, continueranno invece a occuparsi della sorveglianza dinamica di piazza Duomo e del perimetro della Cattedrale.
Allarme terrorismo, metal detector e militari: il Duomo di Milano sorvegliato specialeGià dallo scorso marzo sono affidati alla vigilanza privata i controlli ai varchi delle terrazze del Duomo, e ora si aggiungono quelli agli ingressi, partendo con una sperimentazione di un mese. Il motivo, informalmente, starebbe nella necessità della Veneranda Fabbrica del Duomo – che sosterrà i costi della vigilanza – di avere personale preparato specificatamente per questo genere di attività, e con un turn over meno veloce dei militari dell’Esercito. Militari che, adesso che non avranno più l’incombenza dei controlli sul sagrato, potranno essere impiegati per il pattugliamento (anche notturno in particolare delle zone della movida, come l’Arco della Pace e le Colonne di San Lorenzo.
 

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait http://milano.repubblica.it/cronaca/2019/02/08/news/sicurezza_terrorismo_duomo_milano_soldati_guardie_private-218638569/?rss