Omicidio di Rozzano, si costituisce il killer: ha ucciso l’ex suocero per vendicare abusi sulla sua bambina

Si sono costituiti ai carabinieri i due killer di A. C., l’uomo di 63 anni ucciso ieri pomeriggio nel parchetto accanto al supermercato “Il Gigante” in viale Lazio a Rozzano, comune a sud di Milano. Accompagnati dal proprio avvocato, si sono presentati alla tenenza di Rozzano l’ex genero della vittima dell’agguato, E. S., pregiudicato di 34 anni, e A. M., di 27. A compiere materialmente l’omicidio è stato il genero della vittima: il 34enne ha scaricato i proiettili con lo stile di una vera e propria esecuzione. E il movente, secondo quanto raccontato dall’omicida, sarebbe una vicenda di presunti abusi da parte della vittima sulla figlia del killer, che quindi era nipote dell’uomo ucciso.

Il 63enne – a quanto si apprende in queste ore – era indagato dalla Procura di Milano per presunti abusi sessuali su una nipote di pochi anni. In Procura era stata sentita di recente anche la piccola sui presunti abusi. Sul caso indagano il pm Monia Di Marco e l’aggiunto Letizia Mannella.
 

L’omicidio di Rozzano: spari fuori dal centro commercialeSin dalle prime ore dopo l’omicidio avvenuto all’esterno di un grande centro commerciale, gli investigatori avevano puntato sulla pista familiare: una vendetta meditata dal killer su cui gli investigatori stanno cercando di fare chiarezza. Il killer si è consegnato insieme alla persona che guidava lo scooter.

Rispetto a una prima versione di questo articolo abbiamo eliminato i nomi dei protagonisti per evitare che la bambina coinvolta potesse essere indentificata

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait http://milano.repubblica.it/cronaca/2019/02/26/news/omicidio_a_rozzano_i_due_killer_si_consegnano_ai_carabinieri-220189415/?rss