L’Arabia Saudita nel cda della Scala di Milano, “non rispetta i diritti”: parte l’interrogazione a Bonisoli

L’accordo tra l’Arabia Saudita e il teatro alla Scala, che potrebbe spianare la strada a un posto per il governo di Riad nel Consiglio di amministrazione tra i soci fondatori del massimo teatro lirico italiano diventa un caso. E, dopo l’anticipazione di Repubblica, il senatore Maurizio Gasparri di Forza Italia presenta una interrogazione al ministro dei Beni culturali per sapere “quale sia la valutazione del governo” sull’eventualità dell’ingresso di Riad nel cda a fronte di una donazione di 15 milioni di euro. Un ‘argomento’ che piace al sovrintendente Alexander Pereira – “si tratta di discutere a quale titolo una società o un privato dell’Arabia Saudita potranno versare questa cifra, è una grande opportunità” – senza però voler finire nel mirino.repApprofondimento
social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait http://milano.repubblica.it/cronaca/2019/03/03/news/scala_milano_arabia_cda-220628382/?rss