Tangenti e corruzione elettorale, blitz della finanza: arrestato il sindaco leghista di Legnano

Il sindaco di Legnano, Gianbattista Fratus, della Lega, è stato arrestato nell’operazione su turbata libertà degli incanti e corruzione elettorale, condotta dai finanzieri del Comando provinciale di Milano, su disposizione della Procura della Repubblica di Busto Arsizio. A Fratus sono stati concessi gli arresti domiciliari così come all’assessora alle opere pubbliche Chiara Lazzarini. In carcere invece l’assessore al bilancio e vicesindaco del comune di Legnano Maurizio Cozzi.

L’indagine condotta dalla guardia di finanza di Milano che ha coinvolto il sindaco di Legnano e due assessori della sua giunta è stata denominata dalla gdf  ‘Piazza Pulita’. I dettagli dell’operazione – in cui sono impegnati oltre 50 finanzieri – saranno illustrati in una conferenza stampa in Procura, a Busto Arsizio alle 11,30.


Di Maio: “Nuova tangentopoli”
“Sono molto preoccupato per i casi emersi in questi giorni di arresti e indagati tutti per casi di tangenti e corruzione, che hanno coinvolto sia la destra che la sinistra – dice il vicepremier e leader dei 5Stelle, Luigi Di Maio – C’è un’evidenza, ovvero che il sistema dei partiti continua ad essere fortemente inquinato, spuntano tangenti ovunque, giorno dopo giorno e la scelta in vista delle europee sembra essere sempre più chiara: il 26 maggio la scelta sarà tra noi e questa nuova tangentopoli”.

 

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/05/16/news/tangenti_e_corruzione_elettorale_blitz_della_finanza_tre_arresti-226405183/?rss