Citylife, 12enni aggrediti sotto scuola dai ladri di griffe, denaro e cellulari

Rapinavano scarpe di marca, soldi e cellulari ai ragazzini che uscivano da scuola nella zona di Citylife, uno dei quartiere residenziali più esclusivi di Milano. In manette un 28enne, di origini romene, e un giovane di 20 anni, italiano, arrestati dagli agenti del commissariato Sempione. Sono accusati di aver messo a segno, tra il 18 e il 26 settembre scorsi, almeno cinque colpi. Dopo il loro fermo, avvenuto il 26 settembre, poi sono arrivate anche altre cinque denunce.

Sono dieci, per ora, i ragazzini aggrediti, ma l’ipotesi degli investigatori è che i casi possano essere anche di più. L’indagine è iniziata a seguito delle numerose segnalazioni dei genitori delle vittime, che hanno aperto una chat su WhatsApp per raccogliere elementi utili all’individuazione dei rapinatori. Fondamentale per il riconoscimento è stato un tatuaggio sul collo del romeno, il leader tra i due, entrambi con precedenti e difficili situazioni familiari. Il romeno è stato in orfanotrofio nel proprio paese prima di essere adottato, l’altro è cresciuto in una famiglia affidataria ma è scappato molte volte.

La tecnica usata dai due rapinatori era la stessa: puntavano 12enni, bastava la sola minaccia verbale. Chiedevano sempre il loro numero di scarpe, se erano facilmente ricettabili allora le portavano via assieme a soldi e cellulari. Solo in un caso hanno colpito la vittima con una bastonata al ginocchio. Sono stati fermati il 26 settembre in via Cassiodoro. Ai poliziotti che lio hanno bloccati hanno detto: «Tanto l’arresto ci fa curriculum».

3 ottobre 2019 | 14:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/19_ottobre_03/citylife-12enni-aggrediti-sotto-scuola-ladri-griffe-denaro-cellulari-b8d03e12-e5d7-11e9-b5eb-dc1ff9a38071.shtml