Don Rigoldi, festa degli 80 anni: il messaggio di Mattarella: «Da lei una lezione preziosa»

Don Gino Rigoldi, storico cappellano del carcere minorile Beccaria di Milano, ha compiuto mercoledì 80 anni e per celebrare questo traguardo la Fondazione che porta il suo nome gli ha dedicato una grande festa alla Triennale con ospiti e personaggi del mondo della cultura e delle istituzioni. Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, gli ha inviato una lettera di auguri. «Non mi è possibile partecipare ai festeggiamenti che Milano ha organizzato per il suo ottantesimo compleanno – si legge nel messaggio che è stato letto all’inizio della festa – ma desidero farle pervenire egualmente i miei auguri più calorosi, ricordando il suo impegno generoso e fattivo, a servizio della società e in particolare delle sue parti più fragili ed esposte. Ai suoi ragazzi lei ripete che esiste sempre una opportunità di crescita, di riscatto e di uscita dalle difficoltà. Si tratta di un insegnamento prezioso di impegno e di speranza che ha grande valore ed è di grande attualità – conclude il presidente della Repubblica -. Mi unisco appieno all’abbraccio della Comunità milanese che ha sempre trovato in lei un solido punto di riferimento morale e sociale».

Alla serata, tra le tante persone del mondo della cultura e del terzo settore, erano presenti tra gli altri anche il sindaco Giuseppe Sala, il presidente della Triennale Stefano Boeri, l’assessore regionale Stefano Bolognini, don Antonio Mazzi e Javier Zanetti. «Sono orgoglioso e mi fa stare bene vedere tanti ragazzi che aiutati si sono messi in movimento e stanno bene – ha detto don Rigoldi arrivando alla festa in suo onore – . Il desiderio che ho è quello di fare un grosso centro nuovo per i giovani, per musica, teatro, ma anche vorrei avere occasioni per addestrare i ragazzi a stare in gruppo, ad avere una relazione costruttiva e positiva. In questi anni ho aiutato qualche decina di migliaia di giovani». A fare gli auguri a Rigoldi anche Lorenzo Jovanotti che ha ricordato il suo incontro con don Rigoldi, avvenuto 30 anni fa a Milano, quando il cantante era all’inizio della carriera. «Siccome non volevo presentarmi a mano vuote al compleanno di una persona così importante per Milano e per me – ha detto Jovanotti – ho pensato di regalargli una canzone e l’ho scritta. Don Gino è una delle persone più importanti della mia vita, questa grande città ha bisogno di lui».

30 ottobre 2019 | 19:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/19_ottobre_30/don-rigoldi-festa-80-anni-messaggio-mattarella-da-lei-lezione-preziosa-4248c2d4-fb42-11e9-b1c6-a381abba5d9f.shtml