Villaggio di Babbo Natale, sequestrato il cantiere a San Siro: nessuna protezione contro infortuni

Le impalcature per la costruzione della Grande Fabbrica dei Giocattoli, della Casa degli Elfi e della Casa di Babbo Natale, solo per fare un esempio, non avevano le protezioni contro gli infortuni sul lavoro e così il cantiere del più grande parco di Natale d’Italia, in corso di allestimento all’Ippodromo del Galoppo di San Siro, è stato sequestrato dalla Procura di Milano. Il sequestro, che comporta il blocco dei lavori, è stato disposto dal sostituto procuratore di Milano Mauro Clerici in un’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, che guida il dipartimento che si occupa degli infortuni sul lavoro.

L’indagine

A far scattare il provvedimento sono state le verifiche eseguite congiuntamente dalla Ats e dalla Polizia locale che hanno fatto emergere una serie di violazioni alle norme antinfortunistiche che sono entrate nell’inchiesta aperta dalla Procura. Un’indagine che, per ora, è contro ignoti ma che avrà i primi indagati non appena saranno identificati i responsabili del cantiere nel quale sono impegnate cinque imprese. I lavori potranno riprendere dopo che saranno attuate le prescrizioni per il rispetto della sicurezza e dell’igiene sui luoghi di lavoro imposte all’organizzazione da Ats e Polizia locale in modo da consentire che il «Sogno di Natale 2019» apra i battenti all’inaugurazione del 22 novembre.

13 novembre 2019 | 07:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/19_novembre_13/villaggio-babbo-natale-sequestrato-cantiere-san-siro-nessuna-protezione-contro-infortuni-1361a532-05e0-11ea-a1df-d75c93ec44da.shtml