Il prete anti-Salvini: “L’arcivescovo sta con me”

Don Giorgio De Capitani, il prete querelato e condannato per le sue esternazioni anti Salvini, nei giorni scorsi ha ricevuto la visita dell’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, a casa sua, a Valletta Brianza, in provincia di Lecco. Il sacerdote lecchese ha dato grande rilievo alla visita sul suo sito personale, parlando della visita come di un gesto di “solidarietà” del monsignore che guida la Diocesi Ambrosiana da due anni. In realtà, dal portavoce di Mario Delpini arriva solo la conferma di “una visita a un prete anziano”, tra quelle di routine che l’arcivescovo fa in diversi momenti dell’anno.

Fatto sta che in rete fa notizia, ovviamente, quel che ha scritto De Capitani, condannato anche a risarcire 7 mila euro al leader della Lega per i suoi post giudicati diffamatori e lesivi della reputazione. “Con una visita personale l’arcivescovo ha espresso esplicitamente la sua solidarietà personale nei miei riguardi – si legge sul sito del sacerdote noto per le sue esternazioni on line – . Non è difficile vedervi una scelta esplicita della Curia milanese che ha preferito solidarizzare con un prete anti salviniano nell’anima e nel corpo. Ci è voluta una condanna pesante perché accadesse il miracolo”.

Tutte affermazioni che nessuno conferma in Curia, nella seconda domenica d’Avvento, mentre l’arcivescovo è impegnato a celebrare messa in Duomo davanti a migliaia di persone. Don De Capitani si spinge ancora più in là, sostenendo che “forse” la Curia milanese pagherà le spese legali dopo la condanna inflittagli. Ma don Walter Magni, portavoce di Delpini, su questo aspetto nemmeno commenta.     
social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/11/24/news/il_prete_anti-salvini_l_arcivescovo_sta_con_me_-241841754/?rss