Emmanuel Macron della Nuova Strategia È quello di Essere un Coglione Politica

Il Presidente francese, Emmanuel Macron passeggiate durante un “Prise d’armes” cerimonia militare presso l’hôtel des Invalides a Parigi, il 26 novembre del 2018. STEPHANE DE SAKUTIN/AFP via Getty Images

Le ultime settimane hanno visto una raffica di attività diplomatica e dirompente nuova retorica emergenti da Parigi. In un smussato e ampia intervista sul futuro dell’Europa il mese scorso, il Presidente francese, Emmanuel Macron, ha detto che la NATO stava vivendo la “morte cerebrale”, poche settimane dopo l’inizio di una nuova iniziativa diplomatica nei confronti della Russia per la progettazione di una “nuova architettura basata sulla fiducia e la sicurezza in Europa” e contrastare l’apertura dell’Unione Europea, i negoziati di adesione dell’Albania e del Nord Macedonia. Pochi giorni dopo che la scorsa settimana il vertice della NATO a Londra, Parigi ha ospitato il primo vertice in tre anni con il Presidente russo Vladimir Putin e il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, per riavviare i colloqui di pace sull’Ucraina orientale.

Perché e come dovrebbe Europei rispondere al presidente francese? Viaggi in Europa nelle ultime settimane, da Berlino a Budapest, Bratislava, e ad Atene, ho più volte sentito la stessa miscela di interesse e perplessità, se non addirittura di diffidenza, di francese sono le intenzioni. Il presidente francese vuole spingere gli Stati Uniti al di fuori dell’Europa? È Macron cercando di uccidere l’allargamento dell’UE? Ha fatto un accordo segreto con Putin?

Gli europei non dovrebbe leggere di più di quello che Macron ha effettivamente detto. Invece, essi dovrebbero cogliere Macron commenti come una provocazione—un’offerta di apertura inteso a sollecitare il loro punto di vista e le linee rosse. Macron vuole cogliere Brexit e tedesco paralisi come un’apertura per la Francia di scuotere le cose in Europa, ma sa che avrà bisogno di nuovi partner. Macron visione—come ogni proposta ambiziosa—è pieno di punti ciechi che costruttivo partner può guidare lui lontano da. L’europa dovrebbe impegnarsi Macron per la forma del suo programma, piuttosto che cercare di bloccare o ignorare lui.

Che cosa è alla guida di Emmanuel Macron? Tradizionali riferimenti storici sono obsoleti. Alcuni hanno visto in Macron NATO commenti una recrudescenza di vecchio stampo Gollista nazionalismo francese o anti-Americanismo. Ma non c’è modo di conciliare tutto ciò con la Macron storia delle campagne dell’UE bandiere al suo raduni e di investire pesantemente nella loro relazione con il Presidente degli stati UNITI Donald Trump. Non è un caso che la Francia è il paese che Trump ha visitato più dopo la sua elezione, mentre Macron rimane l’unico ufficiale di stato ospite della Trump presidenza. I due uomini, anche a led attacchi militari in Siria insieme. La francia è membro attivo della NATO, il Generale Mattis chiamato Washington nuovi “partner ideale” dopo Brexit. Tanto per anti-Americanismo.

Una più attenta lettura dell’ Economista intervista dimostra che la Macron, l’idea principale era di circa l’Europa, non l’alleanza della NATO. Il presidente francese è convinto che gli Europei sono sonnambulismo strategici irrilevanza, in un mondo dominato dagli USA-Cina rivalità, dove spostamento degli stati UNITI priorità si sposta lontano da aree critiche per gli interessi dell’Europa. Questo è un cambiamento che è iniziato prima di Briscola, ed è probabile che duri più a lungo di lui.

Eletto presidente sulle rovine di un impotente francese establishment politico, Macron tratta Brexit o la tromba delle elezioni, non è solo avvisi o incidenti, ma come sintomi di una radicalmente cambiata sistema internazionale in cui l’Europa corre il rischio di restare indietro. La sua offerta per un sovrano in Europa che protegge i suoi cittadini è una risposta diretta alla sfida. Egli ritiene che l’Europa deve fare il caso per i suoi cittadini che le istituzioni dell’UE possono proteggere i loro indisciplinati flussi migratori, dal terrorismo e dalla sleale concorrenza internazionale. L’Europa può cogliere l ‘ iniziativa suoi avversari e assumersi la sua parte di potere, di controllo dei suoi confini, difendere i propri interessi economici, di definire le regole, fare decisioni veloci: agire come un vero e proprio sistema politico?

Il presidente francese recente approccio può essere considerato come brutale e unilaterale. Perché l’improvviso cambiamento di tono, due anni e mezzo la sua presidenza? A Parigi, gli analisti e funzionari non esitate a identificare chiaramente il colpevole: di Berlino. All’inizio della sua presidenza, Macron ha investito pesantemente nel rapporto personale con il Cancelliere tedesco Angela Merkel, sperando che nel suo ultimo termine si alzava per l’occasione e accettare le riforme strutturali dell’UE, come l’eurozona integrazione e rafforzare piani di difesa. Il pensiero era quello di Berlino avrebbe superato la sua riluttanza quando si rendeva conto che non aveva un partner di Parigi per affrontare riforme strutturali per l’economia francese, come il famoso rigido mercato del lavoro o il sistema pensionistico. La sensazione di Parigi è ora un tradimento: Non solo Berlino, non seguire attraverso, esso non ha caso la risposta Macron proposte nel suo Sorbona discorso sulla sovranità Europea, o la sua lettera di chiamata per il “rinnovamento”.

Così il nuovo metodo. “Nulla in Europa si muove senza una crisi, quindi siamo ingegneria crisi,” chi è a conoscenza dell’Eliseo pensiero mi ha detto. Macron probabilmente continuerà a cercare di disturbare Europea status quo. Il clamore suscitato dalla sua intervista sarà senza dubbio convincere lui ha attinto a disagio tabù e ipocrisie bisogno di smantellamento. Nonostante il modo in cui Macron è diventato un oggetto di polemiche durante l’ultimo vertice della NATO, Parigi ritiene che è stato un successo. Macron era intento a forzare la riflessione sul futuro dell’alleanza, e questo è ciò che ha ottenuto. Parigi era particolarmente soddisfatto della NATO per il formato dell’impegno di un gruppo di esperti per discutere il futuro dell’alleanza e la menzione del terrorismo come una minaccia nel comunicato finale del vertice.

Allo stesso modo per cui la NATO provocazioni, Francia distribuito un memo proponendo una più graduale processo di allargamento pochi giorni dopo avversaria l’apertura del nuovo ampliamento colloqui con l’Albania e Nord Macedonia di ottobre riunione del Consiglio Europeo. La proposta più rigorose le condizioni dello stato di diritto per i paesi candidati e la possibilità di invertire il processo di adesione data la mancanza di progressi. Se altri stati membri dell’UE desiderio di poter riaprire la porta ai negoziati di adesione della prossima primavera, si dovrebbe seriamente esaminare e discutere Macron proposte e fare contra-proposte di loro. Mentre la Francia del partner, giustamente, vogliono mantenere la UE apre e si sono impegnati in periferia e sono desiderosi di sostenere Nord della Macedonia coraggiosa accordo di pace con la Grecia, molti funzionari dell’UE anche d’accordo in privato che il processo di allargamento era diventato troppo burocratica, l’esecuzione in automatico. Candidato paesi come la Serbia e la Turchia aveva esposto l’UE inefficace procedure di involuzione della democrazia, con poco Europea di reazione.

Altri paesi Europei dovrebbero raggiungere Parigi a forma Macron rinnovata agenda Europea. La grecia e l’Italia potrebbe cogliere Macron sovranità retorica per chiedere un sostegno più deciso a portare il fardello delle migrazioni presso la scalinata del Mediterraneo. Paesi dell’europa centro Orientale potrebbe impegnarsi Macron desiderio di ripensare la sicurezza in Europa, architettura, dopo il ritiro americano dal trattato INF, attraverso l’organizzazione di un vertice sul minacce sono ancora posti dalla Russia e chiarire i loro dubbi sul suo tentativo di coinvolgere Mosca. Invece di concentrarsi su teologica dibattiti over termini come “autonomia strategica” o “pilastro Europeo della NATO”—che non significa la stessa cosa a Parigi e Varsavia—il dibattito potrebbe concentrarsi sullo sviluppo di capacità effettive e mostrando vera solidarietà.

La francia dovrebbe prendere l’iniziativa in questo campo. Se la Francia pensa che la NATO è in pappa il cervello, perché non inviare truppe in Polonia per mostrare gli Europei può fare un passo fino a difendere a vicenda? In francia il rapporto con l’Estonia potrebbe essere un buon precedente. Mentre estone truppe servire in Mali per combattere al Qaeda, 200 truppe francesi di stanza in rotazione in Estonia all’interno della NATO Rafforzata la Presenza avanzata.

Tali misure potrebbero aiutare a colmare uno dei punti ciechi nella visione francese: il suo trattamento dell’Europa Centrale e Orientale. Presidenti francesi, dopo la caduta del comunismo, generalmente, hanno mostrato poca empatia per l’esperienza storica delle nazioni che lo scrittore Milan Kundera, una volta chiamato il “rapito Ovest.” Macron ha cercato di stemperare le tensioni, ma viene fornito con il bagaglio dei suoi predecessori. Una visita in Polonia e in Slovacchia mostra i dirigenti non hanno dimenticato l’allora Presidente francese Jacques Chirac, sprezzante Guerra in Iraq jab che “hanno perso una buona occasione per stare zitto.” Macron di apertura alla Russia, a lungo termine il gioco d’azzardo per rompere l’attuale fase di impasse con Mosca, rischi di giocare in questa categoria. In un forte discorso a Praga la scorsa settimana, il Ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha mostrato un cambiamento di tono, reckoning che la Francia non aveva “ascoltare e capire” e che “nazionali diverse memorie devono essere al centro dell’integrazione Europea.” Centrale Europea élite dovrebbero leggere il discorso come un invito ad impegnarsi.

Macron è giusto: L’UE deve seriamente di guardare se stesso e si preparano a competere nel nuovo mondo. In mezzo a crescenti tensioni internazionali, l’aumento forze nazionaliste, e sempre più vulnerabili dell’UE, la negazione non è un’opzione. Ma il futuro non può essere un francese visione dell’Europa o di ulteriori misure unilaterali. Ma per evitare che altri dovranno step up. Si presenta la scelta tra Berlino e offerta di stasi e Macron offerta di interruzione, gli Europei dovrebbero abbracciare la rottura e la forma.

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #live https://foreignpolicy.com/2019/12/11/nato-eu-emmanuel-macrons-new-strategy-is-being-a-jerk/