Folla al funerale di Shirley la donna morta nello scontro filobus-camion. La sorella: “Vogliamo giustizia”

“Shirley era una donna straordinaria, dava tutto per gli altri, we love you, ti amiamo”. Si è chiuso con le parole della sorella Violetta, pronunciate singhiozzando, il funerale di Shirley Ortega Calangi, la donna di origine filippina di 49 anni morta dopo lo scontro di sabato 7 dicembre a Milano tra un filobus e un mezzo della raccolta dei rifiuti.

“Nessuno poteva dire male di lei, faceva tutto per gli altri”, ha detto in lacrime all’uscita della chiesa di Cassina de’ Pecchi, nel Milanese, dopo la cerimonia a cui hanno partecipato anche i vertici dell’Atm, l’azienda municipale dei trasporti. “Cosa chiedo ad Atm? Non chiedo niente, solo giustizia. La figlia non parla ma nel suon cuore chiede giustizia ed è quello che chiediamo anche noi”, ha risposto la donna, mentre sul sagrato Angie, 26 anni, la figlia della vittima che vive nelle Filippine, riceveva le condoglianze del presidente di Atm, Luca Bianchi, e veniva consolata dalle mamme dei bambini per i quali Shirley Ortega Calangi faceva la babysitter. “Era stupenda amava la vita – ha ricordato una di loro -, faceva ridere come nessun altro, nemmeno io sono mai riuscita a fare ridere così i miei figli”.

Cronaca
social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/12/14/news/folla_al_funerale_di_shirley_la_donna_morta_nello_scontro_filobus-camion_la_sorella_vogliamo_giustizia-243480730/?rss