Trovato il donatore di midollo osseo per la malattia rara del piccolo Filippo

“Oggi è davvero quasi Natale e il mio dono sta finalmente per arrivare”: Filippo, il bimbo di otto mesi di Cusano Milanino affetto da linfoistiocitosi emofagocitica (una rara malattia genetica che colpisce un bambino su 50mila), avrà anche giocattoli come tutti i suoi coetanei, per Natale. Ma avrà soprattutto il regalo più grande: il trapianto di midollo osseo di cui ha bisogno, grazie a un donatore che aspettava da tempo.

Mesi di attesa, la pagina Facebook “Un dono per Filippo” aperta dai suoi genitori Serena e Silvio, i tanti appelli da parte di Admo (l’Associazione donatori di midollo osseo) che hanno portato a una gara di solidarietà in tutta Italia, una prima donatrice trovata ma che poi ha ritirato la sua disponibilità: ora l’attesa del piccolo e della sua famiglia sta per concludersi. L’annuncio è arrivato attraverso Facebook, con un post scritto come sempre in prima persona, come se fosse proprio Filippo, ricoverato agli Spedali Civili di Brescia, a rivolgersi ai suoi quasi quattromila follower: “Il 7 gennaio un giovane tedesco (non sappiamo se maschio o femmina) donerà il suo midollo che il giorno dopo sarà qui per me, trasportato da un volontario”. La famiglia lo sapeva da qualche tempo, ma non ha reso subito pubblica la notizia “perché volevamo aspettare che Filippo iniziasse il condizionamento, ovvero l’assunzione di un cocktail di farmaci chemioterapici che lo prepareranno all’intervento eliminando il suo midollo per fare spazio a quello nuovo – spiega la mamma, Serena Savi – Una volta cominciato il condizionamento, si ha la garanzia che il donatore non si tirerà indietro”.

Una prudenza dettata dal fatto che un mese fa era stata già individuata una donatrice, grazie anche a una grande campagna di banchetti per strada come già era avvenuto per il piccolo Alex, la quale aveva però poi ritirato la propria disponibilità. Per ora il bambino sta bene, “ma i medici mi hanno detto che è ancora troppo presto perché avverta gli effetti dei farmaci, dato che ha iniziato il condizionamento solo ieri. Nei prossimi giorni potrebbe accusare nausee”. Intanto la famiglia si è attrezzata per queste vacanze natalizie atipiche: “Io resterò in ospedale con Filippo fino al 27 dicembre, quando mio marito mi darà il cambio in modo che io possa trascorrere un po’ di tempo a casa con Ada, l’altra nostra bambina, che ha sei anni – continua Serena Savi – Poi il 7 gennaio tornerò io. Facciamo un passo alla volta, come abbiamo imparato”.
 

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/12/24/news/filippo_trovato_donatore_midollo_osseo_linfoistiocitosi_emofagocitica_cusano_milanino-244290111/?rss