Cristian Di Marco, turista mantovano in coma a Barbados: colletta per riportarlo in Italia

Un 43enne mantovano, in vacanza a Barbados con la famiglia, si trova da lunedì scorso in coma all’ospedale Queen Elizabeth a Bridgetown, la capitale dell’isola caraibica. Il 43enne artigiano e imprenditore Cristian Di Marco, originario di San Giorgio Bigarello, in provincia di Mantova, molto conosciuto in zona, è stato colpito da un malore di cui ancora non si conosce l’origine, in questi giorni tra Natale e fine anno, sull’isola di Barbados. E ora, per il rientro in Italia, è scattata un’enorme gara di solidarietà finalizzata a raccogliere i fondi necessari per pagare un’aeroambulanza che lo trasporti a casa.

Di Marco, che a quanto sembra si sentiva poco bene già il 18 dicembre, giorno della partenza dall’Italia, non si era premunito di un’assicurazione sanitaria: per il suo trasporto in Italia servono dai 130mila ai 160mila euro, una somma che la famiglia al momento non ha. Il 43enne era da qualche giorno in villeggiatura con la moglie Federica Biolo, i figli di 19 e 16 anni e un amico della figlia. Per motivi non ancora del tutto chiariti, Di Marco è stato colto da un grave malore che l’ha fatto precipitare in stato di coma. L’ospedale dove il 43enne si trova non sarebbe equipaggiato per fronteggiare adeguatamente la situazione.

Subito a Mantova parenti e amici hanno lanciato l’appello e promosso una colletta che già venerdì, primo giorno, ha registrato parecchie donazioni. In poche ore si sono superati i 90 mila euro. «Contiamo di raggiungere la cifra necessaria in serata – dicono gli amici – per far decollare l’aeroambulanza di Europ assistance già pronta per il decollo». È possibile donare una somma sull’iban IT88X0103011504000010173335 intestato a Tiziano Di Marco, padre del 43enne.

27 dicembre 2019 | 16:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/19_dicembre_27/cristian-di-marco-turista-mantovano-coma-barbados-colletta-riportarlo-italia-b2deeb6c-28b6-11ea-b791-05af5a1a0f8d.shtml