Diffidare di Turchia coinvolgimento in Libia, il Cairo come priorità assoluta, la diplomazia, la Politica

Il CAIRO – l’Egitto ha condannato il passaggio dalla Turchia: il parlamento di un provvedimento che consente la Turchia per l’invio di truppe in Libia. Il dispiegamento di truppe turche in Libia, il Cairo ha detto, sarebbe “negativamente” la stabilità nel Mediterraneo.

In un comunicato del 2 gennaio, il governo Egiziano ha invitato la comunità internazionale a rispondere urgentemente a muoversi.

La dichiarazione è venuto minuti dopo il bagno turco ha approvato un disegno di legge presentato dal Presidente turco Recep Tayyip Erdogan rsulting di sicurezza nota firmata tra Ankara e il Governo Libico di National Accord (GNA) a Tripoli.

L’accordo prevede che per la Turchia, per l’invio di truppe in Libia, a richiesta dell’GNA. Aveva cercato il sostegno turco il 19 novembre per respingere l’Esercito Nazionale Libico (LNA), che è stata lo spostamento verso Tripoli.

L’egitto è lo sviluppo di un diplomatico e militare di strategia militare come scudo contro i rischi di Tacchino possibile dispiegamento militare in Libia.

I piani includono la modellatura di un consenso internazionale contro la Turchia coinvolgimento in Libia e di supporto multinazionali sforzi per raggiungere una soluzione negoziata per la crisi Libica.

Nei colloqui con gli altri leader mondiali, il Presidente Egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha sottolineato la necessità per gli sforzi internazionali per porre fine alla minaccia del terrorismo in Libia, rafforzare le istituzioni statali, il paese e la tutela Libico risorse.

Sisi anche fine alle ingerenze straniere in vicende Libiche. Ha avuto conversazioni telefoniche con il Presidente francese, Emmanuel Macron, il Presidente americano Donald Trump, il Presidente russo Vladimir Putin, il Primo Ministro italiano, Giuseppe Conte e il Cancelliere tedesco Angela Merkel.

La raffica di contatti diplomatici si è verificato meno di un mese dopo che la Turchia ha firmato cooperazione in materia di sicurezza marittima e di delimitazione delimitazione accordi con il GNA. Il confine marittimo delimitazione documento impedisce paesi del Mediterraneo Orientale, dall’esplorazione di gas naturale o di proroga condotte nella regione, senza il benestare della Turchia.

La turchia ha offerto il sostegno militare, compreso il personale dei vettori e veicoli aerei senza equipaggio di miliziani affiliati con il GNA, che è guidato dal Primo Ministro Fayez al-Sarraj.

Cairo vede diretto turco all’intervento militare in Libia come un danno potenziale per i propri interessi.

“La presenza militare in Libia è una minaccia diretta per l’Egitto”, ha detto Nagui al-Ghortifi, un ex assistente del ministro degli affari esteri Egiziano. “La turchia si impegna ad assediare l’Egitto e le offerte non firmate con il GNA danno l’opportunità di fare questo.”

Il 16 dicembre, Sisi ha detto l’Egitto non avrebbe permesso a nessuno di controllo della Libia. “La libia è un problema di sicurezza nazionale, per noi,” ha detto.

Per l’Egitto, la minaccia è stata fatta più imminente, quando, tre giorni dopo, il GNA richiesto supporto militare in Turchia.

Tutti i belligeranti, sembrano fretta di cambiare la situazione in Libia, prima che la Turchia può schierare truppe in supporto di GNA milizie.

La LNA, che controlla quasi i tre quarti del territorio Libico, ha avviato una campagna per prendere il controllo di Tripoli, lo scorso aprile.

La turchia è segnalato per aver inviato centinaia di agguerriti gruppi jihadisti e pro-bagno turco miliziani, dalla Siria alla Libia per combattere al fianco della pro-Sarraj Islamista milizie a Tripoli, qualcosa GNA nega.

Un’ulteriore preoccupazione per il Cairo è il controllo delle risorse energetiche nel Mediterraneo Orientale.

La turchia ha cercato di evitare di essere esclusi dalla regione, soprattutto dopo che l’Egitto ha firmato un confine marittimo di demarcazione accordo con Cipro ed è stato detto di essere la preparazione di un altro con la Grecia.

Nei primi 2019, Egitto formato un forum di gas produttori e consumatori della regione, che non includono la Turchia. Si prevede di raccogliere il gas prodotto nella regione, di processo e l’esportazione in Europa.

La legalità degli affari che la Turchia ha firmato con il GNA è stato messo in discussione, ma la Turchia vuole utilizzare gli accordi per bloccare l’Egitto Mediterraneo Orientale energia ambizioni e garantire di per sé una quota di partecipazione nella regione potenziale di gas naturale bonanza, gli analisti hanno detto.

“Questo è il motivo per cui l’Egitto è molto preoccupato per le nuove turco si muove nella regione”, ha detto Samir Ghattas, il capo del Medio Oriente, Centro di Studi think-tank.

Non ci sono risposte chiare a quello di cui l’Egitto può fare per evitare che la Turchia guadagnando terreno militarmente in Libia. Egitto, dicono gli analisti, potrebbe ostacolare turco spedizioni militari in Libia, ma che il rischio di un confronto militare diretto.

La Marina militare Egiziana ha svolto attività off costa Mediterranea dell’Egitto e piani di joint trapani presto. È, inoltre, un aumento della sicurezza al confine con la libia.

Cairo sembra essere la priorità sforzi diplomatici per contenere Turchia disegni. Si sta cercando di formare un’alleanza internazionale contro l’intervento straniero in Libia e le sue possibili conseguenze, soprattutto in termini di jihadisti minacce.

Nelle conversazioni con la Briscola e la Merkel, Sisi ha detto estremisti milizie in Libia rappresentano una minaccia per la Libia e l’intera regione del Mediterraneo. Ha chiamato per dare la LNA la possibilità di eliminare i terroristi dalla Libia e prevenire interferenze straniere in vicende Libiche.

Dato il internazionale della diffidenza su Ankara intenti, il Cairo è la probabilità di ricevere supporto da molte capitali del mondo. “L’egitto si coordina con l’Unione Europea e credo che si sta facendo guadagni”, ha detto vicende Libiche specialista Abdel Sattar Heteita. I funzionari europei hanno obiettato Turchia piani militari in Libia.

“Mosca e Washington probabile che il lato con l’Egitto, date le divergenze tra Ankara e questi capitali, da un lato, e gli effetti distruttivi del turco politiche nella regione, dall’altro,” ha detto.

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #live https://thearabweekly.com/wary-turkeys-involvement-libya-cairo-prioritises-diplomacy