Corteo contro i 35 alberi abbattuti, il sindaco attacca i Verdi: “Dovrebbero chiedere scusa agli italiani per il loro 2%”

Un lungo pomeriggio di polemiche e di accuse al veleno, con 150 persone che contestano il Comune e il Politecnico per l’abbattimento di 35 alberi e il sindaco che si scaglia contro i Verdi i quali “dorrebbero scusarsi” del loro 2% di elettori.Alberi abbattuti, la protesta in piazzaCirca 150 persone hanno protestato in serata contro l’abbattimento, avvenuto il 2 gennaio, di 35 alberi al parco Bassini. I manifestanti si sono concentrati davanti a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano. Prima di arrivare lì, avevano sfilato dal quartiere di Città Studi al centro. Accuse al Comune “che prima ha promesso tavoli tecnici e poi non è riuscito a salvare le piante”, e al Politecnico che “in piena crisi climatica ed ecologica ha approvato il progetto per la distruzione del parco Bassini”, come si legge in un volantino distribuito nel corso della manifestazione. Il corteo è stato promosso dal Comitato Salviamo gli alberi di via Bassini: hanno partecipato tra gli altri anche i Verdi, il Movimento 5 stelle di Milano, i Friday’s for Future. Alcuni attivisti arrivati di fronte a un ingresso laterale del Comune hanno posizionato in segno di protesta alcuni tronchi tagliati, rami spezzati e dei cartelli con le foto del sindaco, Giuseppe Sala, del rettore del Politecnico, Ferruccio Resta, e dell’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran, con le scritte ‘Lui è un Greenwasher’.
 
Corteo contro i 35 alberi abbattuti, il sindaco attacca i Verdi: "Dovrebbero chiedere scusa agli italiani per il loro 2%"
social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/01/09/news/l_attacco_del_sindaco_ai_verdi_dovrebbero_chiedere_scusa_agli_italiani_per_il_loro_2_-245348025/?rss