Libia, i giocatori si impegnano a rispettare l’embargo delle armi, push di cessate il fuoco, la Politica

Da FRANK JORDAN e GEIR MOULSON
Associated Press

BERLINO (AP) — le potenze Mondiali e in altri paesi con interessi in Libia lunga guerra civile concordato domenica a rispettare una violato l’embargo sulle armi, in attesa di supporto militare per le parti in guerra e li spinge a raggiungere un completo cessate il fuoco, il tedesco e l’U. N. leader, ha detto.

L’accordo è arrivato dopo circa quattro ore di colloqui presso la cancelleria di Berlino. Il Cancelliere tedesco Angela Merkel ha ospitato i leader di 11 paesi coinvolti nel conflitto, con la Libia due principali rivali leader anche nella capitale tedesca, ma non il principale, tavolo da conferenza.

Gli organizzatori sapevano che “abbiamo avuto per riuscire a raggiungere tutti i soggetti che in qualsiasi modo collegate con la Libia conflitto di parlare con una sola voce … perché poi le parti in Libia anche capire che c’è solo un non-militare la strada per una soluzione,” la Merkel ha detto. “Abbiamo raggiunto questo risultato qui.”

La libia ha affondato ulteriormente nel caos dal 2011 cacciata e l’uccisione di lunga dittatore Muammar Gheddafi. È ora diviso in rivale amministrazioni, ciascuna sostenuta da diverse nazioni: l’U. N.-governo riconosciuto in base a Tripoli, guidato da Sarraj, e nei paese dell’est, supportato da Hifter forze.

Hifter le forze sono state offensive dal mese di aprile, ponendo l’assedio a Tripoli, nel tentativo di conquistare la capitale. Hifter le forze sono supportati da Egitto, Russia ed Emirati Arabi Uniti, mentre il governo di Tripoli ha trasformato in Turchia di truppe e di armi.

Una tregua negoziata all’inizio di questo mese da parte della Russia e la Turchia ha segnato il primo break in lotta da mesi, ma il cessate il fuoco, che ha visto le ripetute violazioni.

Tra coloro che hanno partecipato domenica sono stati il Presidente russo Vladimir Putin, il Presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, il Presidente francese, Emmanuel Macron, Premier italiano Giuseppe Conte, Primo Ministro Britannico, Boris Johnson e il Segretario di Stato AMERICANO Mike Pompeo.

I partecipanti hanno convenuto che “noi vogliamo rispettare l’embargo sulle armi, e che l’embargo sulle armi saranno più fortemente controllato che non sia stato il caso in passato,” la Merkel ha detto. Ha aggiunto che i risultati della conferenza deve essere approvato dall’U. N. del Consiglio di Sicurezza.

Libia due principali rivali leader, il Primo Ministro Fayez Sarraj e il Gen. Khalifa Hifter, ognuno con il nome di cinque membri di un comitato militare che li rappresenti a discorsi più un cessate il fuoco permanente, la Merkel ha detto.

U. N. Segretario Generale Guterres, ha detto che la commissione sarà convocata a Ginevra nei prossimi giorni”.

La Merkel ha detto che il vertice di tutti i partecipanti che si daranno alcun ulteriore supporto per le parti in conflitto in Libia, davanti al comitato di incontro e di “cessare le operazioni, come lungo come il cessate il fuoco regge.”

Non c’era nessun impegno esplicito, tuttavia, di ritirare esistenti di supporto militare. Che “è una domanda per il vero cessate il fuoco,” la Merkel ha detto.

Ha detto che la conferenza non aveva discusso specifiche sanzioni per la violazione dell’embargo sulle armi.

La dichiarazione finale del vertice, ha detto i partecipanti a “un appello a tutti gli attori di astenersi da qualsiasi attività di esacerbare il conflitto o in contrasto con la (U. N.) embargo di armi o il cessate il fuoco, compreso il finanziamento delle capacità militari o il reclutamento di mercenari.”

Guterres ha detto che la conferenza di Berlino era riuscire a respingere “il rischio di un vero regionale escalation.”

“Il rischio è stato scongiurato a Berlino – a condizione, naturalmente, che è possibile mantenere la tregua e quindi di muoversi in un ” cessate il fuoco”, ha detto.

Guterres, ha sottolineato l’urgenza di tale passaggio successivo, dicendo a tutti i partecipanti impegnati a “mettere sotto pressione le parti per un completo cessate il fuoco per essere raggiunto.”

“Noi non possiamo controllare qualcosa che non esiste”, ha affermato Guterres. “Abbiamo un po ‘ di tregua.”

Merkel ha aggiunto che i partecipanti continueranno a tenere regolari ulteriori riunioni per garantire il processo continua “così la gente in Libia ottenere il loro diritto a una vita tranquilla.”

Sarraj e Hifter non incontrare faccia a faccia a Berlino.

“Abbiamo parlato con loro individualmente, perché le differenze tra di loro sono così grandi che non sono a parlare tra di loro, al momento,” la Merkel ha detto.

I due uomini non erano diretti i partecipanti alla conferenza, ma sono stati a Berlino e tenuto al corrente degli sviluppi, ha aggiunto.

Il Ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha detto che “noi sappiamo che oggi le firme non sono sufficienti”.

Ha detto che i paesi che non sono stati invitati domenica sarà data la possibilità di partecipare ai futuri incontri dei quattro comitati che si occupano di vari aspetti della crisi, tra loro questioni militari e l’economia.

“Sappiamo che il lavoro è appena iniziato,” Maas ha detto, ma ha elogiato la “spirito di collaborazione” visto a Berlino.

Domenica, libica National Oil Corporation, ha detto che le guardie sotto il comando di Hifter le forze di arrestare due dei principali campi di petrolio nel paese sud-occidentale del deserto, dopo il precedente chiusura di tutto l’est esportazione terminali. Solo di giacimenti offshore e un piccolo impianto rimangono operativi, la società ha detto.

Guterres ha detto di essere “molto preoccupato” per l’olio di sviluppi. Germania Maas ha detto che lui e la Merkel hanno discusso la bloccarono i terminali con Sarraj e Hifter.

“Entrambe le parti hanno detto che sono stati preparati in linea di principio, per trovare una soluzione a questo”, ha aggiunto, ma “dipende da varie condizioni.”

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, che è stato a Berlino, è stato citato dalle agenzie di stampa russe, ha detto: “In generale, troviamo la conferenza molto utile. È chiaro che i Libici stessi in ultima analisi, decidere; è chiaro che finora non è stato possibile stabilire una stabile e serio dialogo, le differenze negli approcci sono troppo grandi.”

T egli accordo di Berlino subito è stata accolta con un certo scetticismo.

“Questo è tutto molto bene parlare e ottiche, ma ancora non c’è un meccanismo per l’applicazione attivamente interrompere un paese che violano l’embargo sulle armi”, ha detto l’Anas Gamati, fondatore di Tripoli-think tank, il Sadeq Istituto.

Claudia Gazzini, una Libia analista dell’International Crisis Group, ha detto che il “comitato militare” idea è nuova, ed è sicuramente un passo avanti rispetto a dove siamo stati la scorsa settimana a Mosca,” quando Hifter partì improvvisamente, rifiutando formalmente firmare una tregua ai turchi e la pressione russa.

“Ma in Libia c’è una tendenza per i comitati diventato sinonimo con la procrastinazione”, ha aggiunto. “Penso che ci saranno un sacco di brinkmanship.”


Isabel DeBre del Cairo, ha contribuito a questo rapporto.

Copyright Il 2020, L’Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #live https://wtmj.com/national/2020/01/19/libya-players-agree-to-respect-arms-embargo-push-cease-fire-3/