Coronavirus Lombardia, oltre mille guariti in un giorno. Soltanto 1,5% di positivi in rapporto ai tamponi

In Lombardia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, sono risultate positive al Sars-CoV-19 86.384 persone (+293 rispetto a ieri, quando i casi positivi segnalati erano 86.091 e l’aumento sul giorno precedente era stato di +316). I dati sono stati forniti dalla Regione Lombardia. Di queste, sono decedute 15.784 persone (+57, ieri erano +65). I ricoveri in ospedale sono 4.028 rispetto ai 4.119 di ieri (- 91), quelli in terapia intensiva 207 (-19), mentre il totale dei guariti è di 44.667 (+1.018, ieri erano stati +207). I casi attualmente positivi in Lombardia sono 25.933 (-782 rispetto a ieri, quando erano 26.715 ed erano aumentati di +44 rispetto al giorno prima). I tamponi sono stati 19.028, contro i 14.702 di ieri; il totale dei tamponi sale a 641.593. Il rapporto fra tamponi effettuati e numero di positivi trovati è 1,5% (ieri era 2,1%).

Questi nel dettaglio i dati. In provincia di Milano i casi sono passati a 22.528 (+73, la crescita ieri era stata +83). Seguono Brescia 14.346 (+19), Bergamo 12.732 (+51) , Cremona 6.374 (+9), Monza 5.409 (+13). Milano città registra 9.525 casi (+35), ieri l’aumento era stato +38.

«La nostra regione sta affrontando una nuova fase» secondo l’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera, che così ha commentato i nuovi dati sul contagio, portando l’attenzione in particolare al grafico che mostra la discesa costante del rapporto fra tamponi effettuati e numero di positivi trovati (oggi 1,5%, ieri era 2,1, mercoledì 2,6). «Abbiamo concluso lo screening nelle Rsa, dove sono stati fatti tamponi a tutti gli ospiti», ha aggiunto Gallera in diretta Facebook, spiegando che sono stati fatti 57mila tamponi compresi quelli di controllo. Dai risultati è emerso che «ci sono circa un 30% di positivi all’interno delle Rsa e tutti sono stati collocati in aree separate e curati in maniera puntuale». Gallera ha anche commentato l’indice Rt della Lombardia, che è passato da 0,62 a 0,51, quindi «da moderato a basso»: «È un dato più basso di quello di altre regioni come Veneto che è a 0,56, Abruzzo (0,89), Lazio (0,71) o Toscana (0,59)». L’Istituto superiore «ha sottolineato l’efficacia messa in campo dalla Regione Lombardia».

Qui lo strumento che consente di controllare il numero di casi positivi Comune per Comune, qui il bollettino nazionale. Questa è la mappa del contagio in Italia, qui il grafico aggiornato dei casi nel mondo. Qui lo speciale del Corriere in cui infettivologi e esperti spiegano la pandemia.

Provincia per Provincia

Qui sotto la mappa dei casi divisi per Provincia
Bergamo 12.732 (+51)
Brescia 14.346 (+19)
Como 3.713 (+35)
Cremona 6.374 (+9)
Lecco 2.706 (+7)
Lodi 3.392 (+5)
Monza e Brianza 5.409 (+13)
Milano 22.528 (+73)
Mantova 3.310 (+2)
Pavia 5.151 (+46)
Sondrio 1.407 (+3)
Varese 3.446 (+23)

22 maggio 2020 | 17:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_maggio_22/coronavirus-lombardia-dati-regione-contagi-deceduti-terapie-intensive-ricoveri-b7620e04-9c19-11ea-aab2-c1d41bfb67c5.shtml