Ripescato nel fiume Adda il corpo di Angelo, annegato per salvare la figlia di 9 anni

Si era tuffato, sabato scorso, nell’Adda per salvare la figlia di 9 anni in difficoltà. Purtroppo però è stato risucchiato dalle correnti del fiume. Si era sperato che si fosse messo in salvo ma, domenica, il cadavere di Angelo Belluscio, 47enne gestore di un bar a Calusco d’Adda nella Bergamasca, è stato ritrovato dai sommozzatori e dai Vigili del fuoco di Monza.

La dinamica

Secondo le prime ricostruzioni, la tragedia è avvenuta nei pressi di un isolotto vicino alla centrale elettrica che si trova a Cornate d’Adda, provincia di Monza e Brianza. La figlia si è salvata grazie alla prontezza e al coraggio di un pescatore romeno che si trovava in zona. Li ha visti in difficoltà in acqua e non ha esitato a tuffarsi riuscendo a riportare a riva la bambina. Poi il pescatore si è rituffato per salvare Belluscio, ma non è riuscito a strapparlo alla forte corrente del fiume.

22 giugno 2020 | 09:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_giugno_22/ripescato-fiume-adda-corpo-angelo-annegato-salvare-figlia-9-anni-8f7a5b78-b454-11ea-b466-221e2b27ce86.shtml