La cina Annuncia Nuove Ritorsioni Contro di NOI News OutletsGoogle Miscellanea

Cina richiesto il mercoledì che quattro Americana delle organizzazioni di notizie di fornire al governo informazioni circa il loro personale, finanze e patrimonio immobiliare all’interno del paese, in quello che il Ministero degli Affari Esteri ha detto è stata una ritorsione per la tromba dell’amministrazione recenti azioni contro la Cinese prese di notizie degli Stati Uniti.

Il governo Cinese si fermò, tuttavia, di annunciare le espulsioni dei giornalisti in una qualsiasi delle quattro organizzazioni Americane: L’Associated Press, CBS News, National Public Radio, United Press International.

L’azione è l’ultima di una serie di tit-for-tat scontri in corso il trattamento dei giornalisti, parte di un crescente rivalità tra le due potenze.

Nel mese di Marzo, la Cina richiesto cinque altri media Americani organizzazioni di presentare le informazioni sulle loro operazioni. Inoltre, espulso quasi tutti i giornalisti Americani che lavorano per tre di loro: Il New York Times, Il Wall Street Journal e Il Washington Post.

Le espulsioni seguito di una decisione del Trump amministrazione nel mese di febbraio per designare la Cina cinque preminente dello stato le organizzazioni di notizie come stranieri, funzionari del governo, soggetto a regole simili a quelle che si applicano alle missioni diplomatiche. L’amministrazione nel mese di Marzo, inoltre, ridotto il numero dei Cinesi di stato-media dei dipendenti autorizzati a lavorare negli Stati Uniti da 160 a 100.

Poi, nel mese di giugno, l’amministrazione ha elencato quattro ulteriori Cinese agenzie di stampa come le missioni all’estero.

Mercoledì mossa è venuto come la Cina ha cominciato a imporre un nuovo servizio nazionale di protezione legge in Hong Kong, che limita la libera espressione in semiautonomous territorio, sollevando dubbi circa giornalisti capacità di comprendere la Cina in tutto il paese.

Zhao Lijian, un portavoce per il Ministero degli Esteri, chiamato mercoledì richiesta di informazioni “necessarie contromisure” contro l’ultimo mese d’azione Americani, che ha detto è stata “irragionevole soppressione” dei Cinesi di prese di notizie degli Stati Uniti.

Rappresentanti per l’Associated Press e la National Public Radio ha detto che erano rivedere le autorità Cinesi’ richiesta. CBS News e United Press International), non ha subito rispondere quando sono stato contattato per un commento.

Americani e di altri corrispondenti stranieri in Cina dicono che l’ambiente di lavoro si è notevolmente peggiorata negli ultimi anni. La polizia ha molestato i giornalisti e la loro intervista soggetti, e alcuni giornalisti hanno ricevuto limitato di permessi di lavoro come punizione per la copertura che è critico nei confronti del governo.

Ma l’ultimo ciclo di escalation tra Washington e Pechino ha avviato quando il Dipartimento di Stato ha detto a febbraio che avrebbe iniziato a trattare cinque di stato Cinese controllata, di prese di notizie come le missioni all’estero.

Un giorno, dopo che il dipartimento ha annunciato i suoi piani per riclassificare lo stato Cinese-media dipendenti che lavorano negli Stati Uniti, come stranieri impiegati del governo, la Cina ha detto che era l’espulsione di tre Wall Street Journal giornalisti.

La cina ha detto che la mossa era in rappresaglia per un titolo di un articolo di opinione, che l’espulso i giornalisti non sono stati coinvolti con. Il titolo, “la Cina È il Vero Malato d’Asia,” ha utilizzato un termine carico di associazioni cinesi di debolezza nel fine del 19esimo e 20esimo.

Claire Fu contribuito alla ricerca.

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #live https://www.nytimes.com/2020/07/01/business/china-journalists-crackdown.html