Hotel e resort lombardi, una stagione da salvare puntando sulla sicurezza

Riaprono lentamente ma nella massima sicurezza gli hotel di lusso nelle mete più vacanziere della Lombardia: Lago di Garda, di Como e Franciacorta. Secondo il Financial Times, i cinque stelle italiani hanno una clientela composta al 75% turisti provenienti dall’estero. Un’indagine condotta da Demoskopika/Statista prevede che, causa emergenza coronavirus, gli arrivi internazionali in Lombardia subiranno un calo di quasi 4 milioni di presenze. Un mercato dunque che deve tornare ad aprirsi anche agli italiani. I titolari e gestori dei resort lombardi più rinomati propongono pacchetti ad hoc per la riapertura (con tariffe agevolate), soluzioni di privacy massima e novità anche tecnologiche per favorire igiene e distanziamento sociale. «Abbiamo creato un protocollo di prevenzione Covid-19 con misure specifiche per ogni momento del soggiorno» dice Alcide Leali amministratore delegato di Lefay Resorts & Residences a Gargnano 8Brescia) sul Lago di Garda.

La struttura riaprirà il 2 luglio: «Abbiamo messo in atto un innovativo sistema di sanificazione degli ambienti, che avviene grazie a una tecnologia di ultima generazione con l’immissione automatica nei canali di areazione di un principio attivo sanificante contro virus e batteri», racconta Leali. «Inoltre, si procederà alla digitalizzazione del check-in e alla sostituzione dei buffet con servizio à la carte, con il menù dei ristoranti consultabile utilizzando il proprio smartphone tramite Qr Code». La tecnologia approda anche in Franciacorta, a Erbusco, a L’Albereta (aperto dal 19 giugno) dove è stata realizzata una web app a cui si accede, sempre con Qr code, per poter scoprire i servizi del resort, dal menù del ristorante a quello della spa: «Sono tanti gli italiani che finalmente hanno riscoperto quanto è bello il nostro Paese», dice Carmen Moretti de Rosa, vicepresidente della holding Terra Moretti e ad della divisione alberghiera. «Il resort in Franciacorta è diventato ora più che mai come una seconda casa di villeggiatura. Sono due le ville che proponiamo “in affitto” per chi fosse alla ricerca di un’estate defilata, a prova di distanziamento e per pochi intimi».

Sempre con i servizi alberghieri a disposizione. Mai dimenticare la voglia di relax dei clienti: «Oggi più che mai gli ospiti che scelgono di alloggiare presso Mandarin Oriental, Lago di Como sono alla ricerca di tranquillità, spensieratezza e benessere», afferma Samuel Porreca, general manager dell’hotel 5 stelle a Blevio, riaperto il 18 giugno. «Abbiamo ricevuto richieste e prenotazioni soprattutto da ospiti italiani e europei. Il soggiorno medio è di tre notti con preferenza per il weekend». E per chi non si sentisse a proprio agio a ricevere un trattamento viso, a disposizione delle particolari maschere da applicare autonomamente, nella privacy della propria stanza, seguendo le indicazioni delle terapiste contenute all’interno di un video, condiviso con gli ospiti al momento della prenotazione del trattamento.

22 giugno 2020 | 07:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_giugno_22/hotel-resort-lombardiuna-stagione-salvarepuntando-sicurezza-ed70801c-b3e2-11ea-af5b-39ef34d55a35.shtml