Frana a Chiesa Valmalenco: morti padre, madre e figlia

Una gita in montagna per festeggiare il decimo compleanno di una bambina, una magnifica giornata di sole che si guasta all’improvviso. Però non solo quel che scende dal cielo è una bomba d’acqua, ma in più un pezzo di montagna si stacca e trascina l’auto in un torrente, uccidendo la bimba e i genitori di un suo amichetto, che a sua volta è gravissimo in ospedale. Difficile immaginare una tragedia più grande di quella successa questo pomeriggio a Chiareggio, un borgo montano frazione di Chiesa in Valmalenco, in provincia di Sondrio.
I genitori della bimba, che viaggiavano nell’auto dietro, anch’essa travolta dal fango, ne sono riemersi e hanno cercato di scavare a mani nude nel fango per tentare invano di salvare la figlia.

in riproduzione….

Non c’erano davvero segnali di tutto questo fin verso le 17, quando alle porte di Chiareggio (accanto alla frana c’è proprio il cartello che segnala l’inizio della località) si abbatte questo temporale improvviso e fortissimo, ancor più di quelli che capitano in montagna ogni tanto d’estate. Così furioso da sgretolare il monte, e anche per questo probabilmente coglie di sorpresa la famiglia, turisti della provincia di Varese che hanno affittato una caa in zona: il padre P. GL. la madre B.S di 41 anni, e il figlio di 5 anni, P. L., che ora lotta per la vita a Bergamo.

Frana a Chiesa Valmalenco: muoiono una coppia e una bambina

(Foto della Provincia di Sondrio)

Una frana enorme – tanto che in serata sono state evacuate anche sei persone che abitano in zona – e con effetti tremendi: l’automobile viene buttata come un filo d’erba nel torrente Nevasco, che scorre lì sotto. Mentre quella degli amici, appena dietro, viene sballottata ma resta in strada. Alle 17,15, quando scatta l’allarme, arrivano – mobilitate dall’Areu, il servizio di pronto intervento lombardo – due ambulanze, un’auto medica (da Sondrio) e due elicotteri (da Sondrio e Como). Un’ora dopo, il ritrovamento dei corpi dei due genitori, e anche quello della bambina, che giusto oggi aveva compiuto 10 anni, mentre il figlio della coppia è caricato a bordo dell’elicottero per il trasporto all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. In più un elicottero da Bergamo, che opera sul Bernina, il massiccio montuoso che domina la zona, soccorre il 49enne, R.D., che camminava a bordo strada, al quale la frana procura una ferita aperta sull’addome. L’uomo è ricoverato a Lecco. A lungo non si è escluso che ci potessero essere altre persone travolte da questo fiume di terra, fango e acqua. Per questo si è reso necessario l’intervento di una ventina di vigili del fuoco coordinati dalla centrale operativa di Sondrio, più gli uomini del Soccorso alpino. E un elicottero notturno da Brescia ha trasportato personale Usar, Urban search and rescue, specializzato nella ricerca tra le macerie, e specialisti sanitari del 112.
La strada è stata sgombrata in serata, anche se per ovvi motivi di sicurezza resterà chiusa in attesa del parere dei tecnici.

Il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, scrive su Facebook: “Invito tutti  a dedicare una preghiera per le vittime, per i loro famigliari distrutti dal dolore e per il bimbo ricoverato”.


social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/08/12/news/valtellina_frana_travolge_un_auto_morte_tre_persone-264499661/?rss