Botte e stupri di gruppo sulla moglie, 40enne condannato a 6 anni e 8 mesi

Violenza sessuale di gruppo e maltrattamenti nei confronti della moglie, aggravati dalla presenza del figlio minorenne. Condannato con rito abbreviato a sei anni e otto mesi di carcere dal gup milanese Angela Laura Minerva il professionista quarantenne, originario di un paese sulla sponda Lecchese del lago di Como, arrestato dai carabinieri a novembre dello scorso anno dopo una lunga attività di indagine. La donna, una giovane straniera, molto bella, madre di tre bambini, aveva trovato la forza di denunciare dopo dodici anni di violenze verbali, fisiche e psicologiche.

Abusata dal marito, che la costringeva ad avere rapporti sessuali anche con altri uomini a cui lui stesso partecipava. Gli stupri di gruppo, organizzati e pagati dall’uomo, avvenivano a Milano. Un paio gli episodi ricostruiti dagli inquirenti tra novembre 2016 e gennaio 2017. L’arresto aveva destato grande sconcerto in paese dove il professionista, con un lavoro che lo portava a trascorrere lunghi periodi all’estero, era molto conosciuto e stimato. L’inchiesta è stata coordinata dal pm Giovanni Tarzia, che martedì ha visto accogliere la sua richiesta di condanna.

8 settembre 2020 | 18:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA

social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #corriereit https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_settembre_08/botte-stupri-gruppo-moglie-40enne-condannato-6-anni-8-mesi-9149c3f4-f1ed-11ea-a04c-fd3ebc88ed6c.shtml