Inchiesta sulla Lombardia Film Commission, i pm: i commercialisti della Lega “infiltrati” nei piani alti della politica

Se per “le reazioni alle contestazioni disciplinari di un direttore di filiale compiacente”, quello della Ubi di Seriate (Bergamo), i contabili della Lega Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni “raggiungono subito i piani altissimi della politica a Roma nelle giornate del 26 e 27 maggio, allora è facilmente immaginabile la reazione e la capacità di inquinamento probatorio di persone tanto infiltrate nelle istituzioni”. E’ quanto scrivono l’aggiunto Eugenio Fusco e il pm Stefano Civardi nella richiesta di arresti domiciliari che è tra gli atti depositati sul caso Lombardia Film Commission. I pm fanno riferimento al “riservato incontro tenutosi in Roma” a fine maggio e a “fibrillazioni ai piani alti della politica”.

rep

Non solo. L’operazione che ruota intorno al capannone di Cormano è indicata quasi “come marginale nella segnalazione di operazione sospetta del 19 maggio 2020” e “rimangono sicuramente da esplorare altri ancor più delicati settori in cui il ‘pool’ di commercialisti ha impiegato la propria professionalità”.

rep

E a proposito della presunta compravendita gonfiata del capannone di Cormano e del ruolo di Di Rubba, ex presidente di Lfc e direttore amministrativo per la Lega al Senato: “E’ non solo uomo di partito come Manzoni, ma anche pubblico ufficiale piazzato dal partito a presiedere uno dei tanti enti del sottobosco della pubblica amministrazione attraverso i quali sono drenati i soldi pubblici”.
 


social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/09/13/news/fondi_lega_lombardia_film_commission_commercialisti_arrestati-267140444/?rss