Salvini, Ferragni e la Bestia: benvenuti al Renzi-show

Che sia reducismo oppure il rullo di tamburi per un nuovo inizio, magari post le europee? Dubbio amletico, intanto Renzi fa capolino, almeno per un giorno, nella scena mediatica. E utilizza come grimaldello il suo libro, «Un'altra strada» (edito da
by Livio Acerbo #greengroundit #thisisnews

Rapito dai camorristi per un debito di droga del cognato

Hanno sequestrato una persona innocente per recuperare il debito di droga del cognato: 350.000 euro. I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno arrestato due esponenti del clan Mazzarella. Due persone sono accusate di sequestro di persona a …
by Livio Acerbo #greengroundit #thisisnews

Autonomia delle Regioni, Sala al governo: “Chi penalizzerà? Fermatevi e spiegatela agli italiani”

La partita dell’autonomia per le Regioni è apertissima. Ed è un altro dei temi di scontro all’interno del governo gialloverde, con l’alt arrivato ieri sera in Consiglio dei ministri per il varo delle nuove norme per Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto, anche per i dubbi di incostituzionalità del Mef. E forse proprio approfittando dell’ennesimo rimpallo tra Lega e M5S, il sindaco di Milano Beppe Sala interviene in modo diretto. E al governo dice: “Fermatevi e discutiamo, fate capire agli italiani di cosa stiamo parlando, perché questa autonomia è avvolta dal mistero e neanche io l’ho capito”.Autonomia delle Regioni, l’appello di Sala al governo: “Fermatevi”in riproduzione….
social experiment by Livio Acerbo #greengroundit #repubblicait http://milano.repubblica.it/cronaca/2019/02/15/news/autonomia_regioni_beppe_sala_sindaco_milano-219180332/?rss

Assolti padre, zio e fratello dell’italo-pachistana Sana uccisa per aver rifiutato un matrimonio combinato

Per il giudice «non ci sono prove sufficienti e mancano testimoni»: per questo gli 11 imputati per l’omicidio di Sana Cheema, la 25enne italo-pakistana strangolata in Pakistan perché voleva sposare un italiano, sono stati tutti assolti. La 25enne , nata in Pakistan ma cresciuta in Italia, secondo l’accusa è stata uccisa in patria nell’aprile del 2018 dal padre e dal fratello dopo aver detto loro che voleva sposare un italiano. La giovane viveva a Brescia, dove aveva compiuto gli studi, avendo poi trovato lavoro a Milano. I genitori avevano vissuto con lei per anni, ottenendo anche la cittadinanza italiana, poi si erano spostati in Germania. Un paio di mesi prima dell’omicidio Sana era tornata in Pakistan, nel distretto di Gujrat dove è nata, ritrovando in quella occasione la famiglia, ma da lì non è più rientrata in Italia.

I familiari avevano inizialmente detto che la ragazza era morta per cause naturali, ma l’autopsia rivelò che era stata [...]  read more