Nuovi insulti razzisti contro Bakary. La madre: «Anche colpa di Salvini»

Trattiene a fatica la rabbia Angela Bedoni per questa nuova violenza di cui è stato vittima il loro Bakary, il giovane nigeriano, 21enne, che lei e il marito, Paolo Pozzi, hanno adottato pochi mesi fa. Una violenza che ha fatto irruzione, per la seconda volta nel giro di una settimana, nel cortile della loro casa di Melegnano. «Ammazza al negar», c’è scritto stavolta, con tanto di «firma»: una svastica tracciata al rovescio, vergata appena sotto la scritta in dialetto. Sempre sullo stesso muro dove avevano colpito la prima volta. «Quello che sta accadendo in tanti casi oggi in Italia è amplificato anche da politici come Salvini», attacca Angela. «Questo episodio è il primo del genere nella vita di mio figlio, ma forse perché clima di oggi non è il clima che si respirava tre anni fa. Il problema è che l’immigrazione non è un problema».

shadow carousel
Bakary, il ragazzo senegalese adottato, e le scritte razziste

Lunedì mattina sono apparse le nuove scritte, stavolta direttamente contro il mezzofondista [...]  read more

Milano, coniugi morti a 5 mesi di distanza in cimiteri separati: il dramma dei figli

Uniti per sessant’anni nella vita ma separati dal Comune dopo il decesso. È quanto accaduto a una coppia di anziani milanesi, morti a soli cinque mesi di distanza. I loro famigliari, già provati dalla repentina doppia scomparsa, si sono visti infatti negare la richiesta di ricongiungimento delle salme nello stesso cimitero. Il Comune di Milano, nella mail di riposta alla famiglia, scrive che «il provvedimento di limitazione dei servizi cimiteriali di Baggio, che peraltro è stato ripreso la scorsa settimana su alcune delle testate giornalistiche più diffuse a Milano, di fatto introduce un bacino urbano servito dal cimitero». «Le dimensioni del bacino, quindi della popolazione servita, sono state oggettivamente definite in relazione alla esigua disponibilità di spazi per l’inumazione e la tumulazione attualmente presenti nel cimitero», spiega il Comune.

«Mancanza di umanità»

«Sono atterrito dalla mancanza di umanità di fronte a un cittadino che ha perso entrambi i genitori [...]  read more

Milano, truffa su vendita di diamanti: sequestro da 700 milioni di euro, indagate 5 banche. Tra i raggirati Vasco Rossi e altri vip

Il Nucleo di Polizia economico finanziaria della GdF di Milano sta eseguendo un decreto di sequestro preventivo per un valore di oltre 700 milioni di euro nell’ambito di un’inchiesta su una presunta truffa sulla vendita di diamanti a investitori e risparmiatori. Indagine coordinata dall’aggiunto Riccardo Targetti e dal pm Grazia Colacicco, nella quale risultano indagate per la legge sulla responsabilità amministrativa degli enti anche 5 banche: Banco Bpm, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps e Banca Aletti. Indagato il direttore generale di Banco Bpm Maurizio Faroni: gli vengono contestate le accuse di concorso in truffa, autoriciclaggio e ostacolo all’esercizio delle funzioni di vigilanza. Nell’indagine, inoltre, sono indagati anche altri dirigenti di Banco Bpm, oltre a responsabili delle due società Idb e Dpi che vendevano i preziosi agli investitori.

Le vittime

C’è anche la rockstar Vasco Rossi tra i clienti che hanno investito in diamanti e che sarebbero stati [...]  read more

Frontale con un Tir: muore 21enne. Tornava a casa dopo il turno di notte

Il sorpasso azzardato all’alba e lo schianto frontale, violento, contro il camion che proveniva dalla direzione opposta. Ha perso così la vita, verso le 6.20 della mattina del 19 febbraio, il 21enne di Marmirolo Carlo Bertani. Il giovane stava facendo rientro a casa dal turno di notte al lavoro nell’azienda Relevi di Rodigo. Avrebbe compiuto 22 anni il prossimo 4 marzo. Inutili tutti i soccorsi: il giovane è morto sul colpo. Quando si è accorta che un’auto la stava sorpassando, la 41enne di Goito alla guida della Nissan Juke che precedeva l’auto del ragazzo, ha inchiodato di colpo e attivato le quattro frecce. Il camion che arrivava dalla direzione opposta, da Mantova verso Castiglione delle Stiviere, a sua volta ha lampeggiato più volte con gli abbaglianti e ha provato a scansarsi quanto più possibile sulla propria destra. Troppo poco, però, lo spazio per il sorpasso.

La Hyundai del 21enne di Marmirolo è andata a schiantarsi contro il camion [...]  read more

Blocco auto a Milano da martedì per lo smog in aumento. Primi test per Area B|Le regole

L’alta pressione crea un’illusione di primavera al Centronord, ma purtroppo fa aumentare la concentrazione di inquinanti. Dopo un weekend con Pm10 ampiamente sopra la soglia di guardia, scattano martedì 19 febbraio le misure temporanee antismog di primo livello nelle province di Milano, Cremona, Lodi, Monza e Brianza, Pavia e Varese (Comuni con più di 30 mila abitanti, oltre a quelli aderenti su base volontaria). La decisione, comunica la Regione Lombardia, è stata presa alla luce del superamento dei valori di Pm10 per 4 giorni consecutivi (nel weekend i valori si sono attestati intorno ai 100 mg/mc nelle centraline a Milano città) e in relazione alle previsioni meteo per i prossimi giorni, che segnalano una situazione favorevole all’accumulo degli inquinanti almeno fino a giovedì.

I divieti

Le misure temporanee riguardano il settore traffico (limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta), il settore riscaldamento [...]  read more

Frontale nella notte: muore 26enne. In fin di vita la figlia di quattro anni

Tragedia nella notte sulla provinciale 2 tra Ceranova e Lardirago, nel pavese, dove un giovane papà di 26 anni ha perso la vita in un tremendo frontale. La bimba di 4 anni che viaggiava con lui in auto sta lottando per sopravvivere all’ospedale Niguarda di Milano. Lo scontro tra la Bmw condotta dal 26enne di origini dominicane e residente a Milano, e una Mercedes guidata da un albanese di 32 anni, uscito illeso dall’incidente, è avvenuto nella notte tra domenica 17 e lunedí 18 febbraio all’ altezza del rondò che porta al centro abitato di Ceranova.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Pavia, la Bmw dopo l’impatto frontale si è ribaltata nel campo. La bambina di 4 anni sarebbe stata sbalzata fuori dall’ abitacolo e trovata in condizioni disperate in mezzo alla campagna. Il corpo del padre, morto sul colpo, è stato estratto privo di vita dalle lamiere dell’auto dai vigili del fuoco. La piccola è stata trasportata con l’elisoccorso [...]  read more

Gabriele Micalizzi atterrato a Linate: il reporter ricoverato al San Raffaele

«Almeno potevi vestirti bene!». La prova che Gabriele Micalizzi ci vede è in una battuta, quando alle 18,54 atterra a Linate. Scende con le sue gambe dal Falcon dell’Aeronautica militare. Abbraccia sulla pista la sua Ester – che ha lasciato nella casa piacentina le due bimbe, troppo piccole perché vedano il papà così ferito -, poi il reporter Fausto Biloslavo che stava con lui in Siria e Arianna Arcara, altra fotografa. Quindi tocca ad Alessandro Sala, il socio del collettivo Cesura Lab, un’occhiata veloce nonostante la vista sia ancora offuscata e i segni delle schegge di Baghuz Tathamy da suturare: «Ma dai – lo sfotte -, almeno potevi vestirti bene…»

Sei ore di volo Bagdad-Milano, sempre sveglio e chiacchierone: appena imbarcato sull’aereo, il fotoreporter ha alzato un braccio in segno di vittoria, «ce l’ho fatta!», e ringraziato chi in sette giorni s’è dato da fare per lui. E’ malconcio, ma sa bene che [...]  read more

Milano, incidente piazzale Cadorna, autobus contro auto della polizia: due agenti feriti gravemente

Due agenti di polizia sono rimasti gravemente feriti in un incidente stradale avvenuto domenica mattina, poco dopo le 7, in piazzale Cadorna a Milano, all’angolo con via Paleocapa. Un autobus Atm della linea 61, proveniente da Foro Bonaparte, ha urtato due volanti della polizia ferme a bordo strada, scagliandole sul marciapiede dove si trovava il gruppo dei poliziotti. Due di loro sono stati presi in pieno da una delle auto della polizia che, speronata dall’autobus, li ha travolti e schiacciati, provocando loro gravi fratture agli arti inferiori.

shadow carousel
Milano, incidente in piazzale Cadorna: bus contro auto polizia
I soccorsi

Gli agenti presenti in quel momento sul marciapiede erano una decina, tutti poliziotti dell’ufficio del personale che vengono periodicamente impiegati come rinforzo per il controllo del territorio. La squadra, con tre auto, si era radunata in piazzale Cadorna da pochi minuti, per prendere servizio sul turno dalle 7 alle 13, quando l’autobus impazzito è piombato sul gruppo. L’agente ferito più gravemente, [...]  read more

Milano, presidio di CasaPound al Palasharp. Sala: entro fine anno sarà riassegnato

Sono anni «che l’amministrazione comunale ha abbandonato il Palasharp al degrado e all’incuria». Questo il messaggio scritto su uno dei volantini distribuiti al presidio di CasaPound, organizzato sabato a Lampugnano per denunciare il fatto che «l’area è diventata un dormitorio per clandestini e una moschea abusiva, una zona franca dove si verificano traffici illeciti». «Chiediamo che chi non ha titolo di stare in Italia se ne vada», ha dichiarato Angela De Rosa, portavoce di Casapound Italia Milano, interpellando Salvini. «Chiediamo al ministro dell’Interno di procedere con quello che aveva promesso, ovvero il rimpatrio dei clandestini». Sabato il sindaco di Milano Giuseppe Sala, in vista del presidio organizzato dal partito di estrema destra, si è recato personalmente nell’area del Palasharp e da lì ha postato un video su Facebook, precisando che sono stati impediti gli accessi alla struttura e che sono partiti gli interventi di messa in sicurezza.

Il video di Sala

«Sono [...]  read more

Umberto Bossi in rianimazione: «Condizioni critiche ma stabili»

«Le condizioni di Umberto Bossi restano critiche, ma stabili». Alle 12 di sabato arriva, come annunciato, il comunicato dell’ospedale di Varese in cui il fondatore della Lega è ricoverato da giovedì sera. Bossi si trova al primo piano, nel reparto della rianimazione dell’ospedale di Circolo, assieme ai parenti e alla strettissima cerchia degli amici di famiglia che già nella giornata di venerdì hanno fatto sapere di voler mantenere il più stretto riserbo sulle condizioni del vecchio leader politico.

In stanza poca gente, la parola d’ordine è evitare i curiosi. Scarse le visite, anche perché «il paziente è sedato e monitorato costantemente», continuano dall’ospedale. «Proseguono» inoltre «le indagini diagnostiche per chiarire il quadro clinico», come anticipato in via informale già nella serata di venerdì. In assenza di novità rilevanti, il prossimo aggiornamento è in programma per lunedì 18 febbraio intorno a mezzogiorno: [...]  read more