Il 4 Novembre, Sala: «I milanesi sentono questo momento»

«Mi pare risuonino bene le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che centra il punto, cioè che l’amor di patria non va confuso con il nazionalismo estremo». Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, al termine delle celebrazioni in piazza Duomo delle Forze Armate, in occasione della ricorrenza del 4 Novembre e del centenario della vittoria della Grande Guerra. Quello espresso da capo dello Stato «è anche il mio pensiero e Mattarella aggiunge un richiamo all’europeismo, che ha le sue ragioni nel fatto che ogni nazione da sola non ce la farebbe, in un mondo così globalizzato – ha proseguito il sindaco – Quindi certamente bisogna portare avanti una proposta per un’Europa diversa ma l’Europa è inviolabile, a mio giudizio». Davanti alla cattedrale di Milano erano schierati i reparti delle diverse forze armate per la cerimonia dell’alzabandiera; oltre al sindaco erano presenti anche le più alte cariche istituzionali [...]  read more

Advertisements

Il mulino dell’abbazia di Chiaravalle torna a vivere dopo quasi un secolo

Dopo quasi un secolo, ritorna l’acqua al mulino dell’Abbazia di Chiaravalle. Le imponenti macine, che in questi anni venivano mosse artificialmente da un motore, torneranno a frantumare il mais con l’energia delle acque della roggia Vettabbia, proprio come accadeva all’epoca di San Bernardo che, nel 1135, fondò il convento all’estrema periferia Sud di Milano.

shadow carousel
Il mulino dell?abbazia di Chiaravalle torna a vivere

Ci sono voluti dieci anni di lavori e burocrazia ma finalmente, domenica prossima 11 novembre, la comunità monastica e il quartiere celebreranno il ritorno dell’acqua, con una giornata di festa. «Il mulino e l’edificio che lo ospita sono tra le parti più antiche del monastero: furono costruiti in contemporanea alla chiesa e al chiostro» ricorda Roberto Mura, storico della Cooperativa Koinè, che dal 2009 gestisce la struttura. La grande macchina continuò a funzionare fino al 1830. Nel 1798, dopo la soppressione del convento in epoca napoleonica, fu acquistato da un mugnaio, [...]  read more

«Desiree come Pamela. L’immigrazione uccide»: spunta striscione razzista

«Desiree come Pamela – L’immigrazione uccide». Uno striscione bianco sul quale è stata scritta questa frase è stato appeso vicino all’ingresso della Casa dell’accoglienza di Cremona, che proprio in questi giorni festeggia i 30 anni di attività. «Sono venuti, l’hanno appeso e se ne sono andati – è il commento di don Antonio Pezzetti, direttore della Casa dell’Accoglienza -. Fatti del genere non meritano commenti». Il Pd locale parla di «atto vile di chiara matrice razzista che descrive la disumana ignoranza di una società in cui non ci riconosciamo» ed esprime la «condanna a questo gesto inaccettabile in un Paese civile che voglia essere minimamente democratico».

3 novembre 2018 | 13:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aule off limits per i disabili: in una scuola su due gli ascensori sono fuori uso. «Servirebbero due milioni»

Le barriere architettoniche nelle scuole milanesi sono state eliminate quasi ovunque come richiede la legge, esclusi i bagni che spesso non sono ancora a norma. «È la manutenzione il problema: un istituto su due ha ascensori o montascale rotti. In questi anni non avevamo risorse per ripararli» ammette Roberto Maviglia, consigliere delegato della Città Metropolitana che non nasconde le difficoltà, rispetto al problema degli studenti disabili. Le segnalazioni arrivano da vari quartieri eppure di fronte a emergenze come infiltrazioni dai soffitti con rischio di caduta dai controsoffitti, quelle finiscono sempre sotto, nell’elenco delle priorità. «Da noi entrambi gli ascensori sono fermi, irraggiungibili i laboratori al quarto piano», racconta Simonetta Cavalieri preside dell’istituto Cardano a Lampugnano. «Per accedere alla scuola che è al piano rialzato manca il servo scala», lancia l’appello Maria Rita Donadei del tecnico Feltrinelli al Ticinese. [...]  read more

Seregno, investita giovane barista: è gravissima, caccia al pirata della strada

E’ durata poche ore la fuga del pirata della strada che venerdì mattina poco dopo le 6 al volante di un autocarro aveva travolto una donna di 28 anni lasciandola in gravi condizioni sul ciglio di una strada, e poi aveva proseguito la sua corsa, senza nemmeno fermarsi a soccorrerla. L’autotrasportatore, 48 anni, di Besana Brianza, è stato denunciato a piede libero per lesioni stradali gravi e omissione di soccorso. I carabinieri di Seregno sono riusciti a identificarlo in meno di nove ore. Ai militari, che lo hanno raggiunto nel suo luogo di lavoro, ha raccontato di non essersi accorto. Ma la spiegazione non ha convinto gli uomini dell’Arma. Poco dopo l’uomo ha ammesso le sue responsabilità. L’incidente è avvenuto in via Kennedy, a Besana Brianza. La donna aveva appena parcheggiato la sua auto e poi stava percorrendo a piedi un tratto di strada per raggiungere il bar tabacchi dove lavorava.

Forse a causa del buio, l’autotrasportatore [...]  read more

Milano, lo shopping in Gae Aulenti e l’errore di progettazione: «Negozi isolati dalla rampa»

«I pedoni camminano solo al centro della strada, non sono incentivati ad entrare nei negozi. L’errore di progettazione costa caro al commercio». Al centro dei lamenti la passerella dello shopping di via Capelli che collega corso Como a piazza Gae Aulenti. Ora però per tutti scende in campo — già con una soluzione — Renzo Rosso, imprenditore veneto a capo del gruppo Diesel che lì ha ben sette vetrine. Il manager, con la sua Red Circle, si è offerto di rimediare a proprie spese migliorando il passaggio pedonale a vantaggio di tutti i negozi («ma anche dei disabili che in questo modo avranno un tragitto più facile», tiene a sottolineare l’assessore alla Mobilità Marco Granelli). Ha regalato il progetto al Comune che lo ha accettato ritenendolo di interesse pubblico e sosterrà tutte le spese di realizzazione e manutenzione (quest’ultima anche insieme a Coima sgr, artefice dello sviluppo immobiliare di Porta Nuova e proprietaria di altri quattro [...]  read more

Milano, forte nubifragio nella notte: albero precipita sulle auto in sosta

Dopo i giorni dell’emergenza maltempo in Lombardia, Milano e l’hinterland hanno vissuto un’altra notte di nubifragi. In via Fabio Filzi, la strada del Pirellone, giovedì mattina, si è sradicato ed è precipitato per strada un grosso albero, alto una quindicina di metri, ha bloccato l’arteria e ha travolto le auto in sosta. I cavi elettrici della linea tranviaria su cui è caduto hanno così attutito lo schianto a terra. Con ogni probabilità le forti piogge della notte e quelle dei giorni scorsi hanno reso fragili le radici. A Melegnano, invece, i vigili del fuoco sono intervenuti, alle prime luci del giorno, sulla strada provinciale 40 per liberare dall’acqua il sottopasso che corre sotto il ponte ferroviario dell’Alta Velocità.

shadow carousel
Nubifragio a Milano, un albero precipita sulle auto in sosta in via Fabio Filzi. Allagamenti a Melegnano

Serata difficile per centinaia di pendolari al rientro in Valtellina da studio e lavoro, con ritardi e disagi sulla linea ferroviaria. I ritardi sulla Milano-Lecco-Sondrio, infatti, sono stati tra i 30 e i [...]  read more

Milano, scarcerato grazie a una lettera aperta dopo 13 anni

C’è un uomo che urla dalla tomba. E il suo grido postumo di innocenza, affidato prima di suicidarsi nel 2005 a una lettera in busta sigillata conservata a lungo in una stazione dei carabinieri e mai aperta per 13 anni, ora convince i giudici a precipitarsi a tirar fuori dal carcere un altro uomo, il suo compagno, benché questi stia scontando una condanna definitiva per concorso in violenze sessuali nel 2002 sulla nipotina di 4 anni.

E così la Procura generale di Milano, competente sull’esecuzione della pena del detenuto nel carcere di Pavia, riceve dalla II Corte d’Appello di Brescia l’ordine di appunto sospendere immediatamente l’espiazione e liberare il condannato, da subito e fino a quando la Corte non avrà deciso nel merito l’istanza straordinaria presentata dal difensore Guglielmo Gulotta per un giudizio di revisione della condanna definitiva: il presidente Deantoni, la giudice relatrice Milesi e il consigliere Vacchiano, infatti, [...]  read more

Passo dello Stelvio, gli elicotteri raggiungono gli hotel isolati: «Evacuate le persone bloccate»

Si è conclusa nel pomeriggio di mercoledì l’operazione di soccorso per riportare a valle le circa 200 persone rimaste bloccate negli alberghi del passo dello Stelvio: la aveva bloccato le due strade che portano al ghiacciaio. «La maggior parte — ha annunciato Umberto Capitani, il direttore della società che gestisce gli impianti di risalita dello Stelvio — è stata portata a valle dagli elicotteri, anche se nel frattempo la strada statale era stata ripulita dalle frese. Ci è stato chiesto dalle autorità di fare scendere in auto solamente i conducenti delle vetture, per limitare al minimo i rischi. Lungo i pendii della strada, infatti, gli accumuli di neve sono notevoli e c’è pertanto il rischio, in alcuni tratti in più alta pendenza, di caduta di piccole slavine».

shadow carousel
Turisti bloccati allo Stelvio, le immagini delle webcam

 [...]  read more

Milano, il Giardino delle Culture di via Morosini resta a secco di fondi: fine dei giochi ai piedi del murale

Il murale dell’artista Millo al Giardino delle Culture rimane solo. L’associazione che si prendeva cura dello spazio di 1200 metri quadrati tra le vie Morosini e Bezzecca ha dato for fait e annunciato a malincuore che non riesce più a gestirlo. Un passo indietro: dopo decenni di abbandono, nel 2015 gli abitanti del quartiere, con il sostegno del Municipio 4 e dell’allora assessore all’Urbanistica Ada Lucia De Cesaris (che diede in comodato gratuito e gestione il luogo), lo fecero rinascere. Da allora 250 eventi, tutti gratuiti, organizzati facendo rete con le realtà del territorio — spettacoli teatrali, scambi di libri, mercatini, proiezioni di film, piccoli concerti. «Ogni volta era un impatto diverso, alle serate del cinema c’erano anche cento persone, tantissime venivano alle iniziative di Bachelite Clab o Pop corn BlogMazine», racconta Alberto Tavazzi dell’associazione non profit E’vento, che ha lavorato fianco a fianco con Paola Bassani [...]  read more