Milano, ricorsi e contratti strappati: bloccate le vasche anti-Seveso

I lavori per la vasca di Senago: fermi. Il progetto di un lago di contenimento nel parco Nord: bloccato ancora sulla carta. È un rapporto storicamente complicato quello tra Milano e le sue acque. Che prosegue anche oggi. Da una parte si sogna di scoperchiare i Navigli, dall’altra si fatica ancora a proteggere la città dalle bizze del Seveso. Il progetto di una rete di vasche che argini la furia del fiume che periodicamente s’abbatte sui quartieri della periferia nord arranca. Finora l’unica arma in più è stata il canale scolmatore appena potenziato proprio dalle parti di Senago, a cui si è ricorsi in più occasioni per deviare l’acqua in eccesso che avrebbe altrimenti flagellato Niguarda e dintorni.

Se ne discute da trent’anni, ma per arrivare a una soluzione definitiva alle esondazioni bisognerà rassegnarsi ad aspettare. E dire che le opere di Senago e del parco Nord erano considerate urgenti. Anche perché la prima — un doppio read more

Milano, affidamento terapeutico di Fabrizio Corona, il pg: torni in carcere, ha diffamato toga

Fabrizio Corona deve essere revocato l’affidamento terapeutico e deve tornare in carcere. È la richiesta formulata dal sostituto pg Antonio Lamanna nell’udienza, durata due ore, davanti al Tribunale di Sorveglianza, alla quale era presente l’ex agente fotografico che se ne è andato senza parlare coi giornalisti. Il pg ha evidenziato che Corona ha diffamato nei giorni scorsi il pg Maria Pia Gualtieri fuori dall’aula del processo d’appello sui contanti nel controsoffitto dicendo: «Non ha capito un c….».

shadow carousel
Corona, il pg: torni in carcere, ha diffamato toga
Il sostituto pg ha messo in luce tre elementi che, a suo dire, devono portare i giudici (presidente Giovanna De Rosa, relatore Simone Luerti e due non togati) a revocare l’affidamento terapeutico (per dipendenza psicologica dalla cocaina) che è stato concesso all’ex `re dei paparazzi´ lo scorso febbraio, quando è uscito dal carcere dove era tornato nell’autunno 2016 con l’arresto per gli oltre 2,6 milioni di euro in contanti, trovati in parte in un controsoffitto e in parte in Austria. In particolare, il pg ha sottolineato che Corona ha diffamato la collega Gualtieri, la quale nel processo d’appello sui soldi in contanti (in primo grado l’accusa principale di intestazione fittizia è caduta) ha chiesto di portare la condanna a 2 anni e 9 mesi e di riconoscerlo colpevole di tutti i reati.

«Non ha capito un c….’», ha detto l’ex «fotografo dei vip» davanti alla telecamere alla fine dell’udienza, lo scorso 5 giugno. In più, il pg ha ricordato che non appena ottenuto l’affidamento, Corona aveva postato foto e video sui social e in quel periodo non poteva ancora farlo e poi era uscito di casa anche per andare in palestra, anche se doveva allontanarsi dall’abitazione solo per andare a curarsi. Poi le read more

Pavia, bambini di 5 e 6 anni danneggiarono monumento giocando: genitori condannati a pagare 10 mila euro

Il giudice Pietro Balduzzi, del Tribunale di Pavia, ha dato ragione al Comune di Pavia che aveva avviato una causa contro i genitori di due fratelli, all’epoca di 5 e 6 anni, che tre anni fa danneggiarono il monumento in ricordo dei caduti della Torre Civica (la tragedia avvenuta il 17 marzo del 1989, che causò la morte di 4 persone). I genitori dovranno pagare tutti i danni causati dai figli, per una cifra che sfiora i 10 mila euro. Nella sentenza si legge che «…dell’operato dei figli minori debba rispondere il padre, titolare della responsabilità genitoriale. L’articolo 2048 del Codice Civile è chiaro. La condotta dei minori, ancorché inimputabili, integra ipotesi di scuola di atto illecito di cui risponde il genitore». Era il 4 luglio del 2015 quando i due fratelli, ripresi dalle telecamere di sorveglianza, gettarono alcuni sassolini e poi una pietra molto più grande contro la vetrata del monumento della Torre Civica, fino a frantumarne il vetro.

Le indagini

Le read more

Non gli dà la precedenza con l’auto e il ciclista gli stacca l’orecchio a morsi

All’incrocio l’automobilista non gli ha dato la precedenza dovuta, la reazione del ciclista è stata furibonda: è sceso, poi si è letteralmente lanciato sull’uomo al volante, un 52enne, e gli ha staccato l’orecchio a morsi. È accaduto nel Varesotto, a Caronno Pertusella. In manette è finito un 56enne di Rho, arrestato dai carabinieri con l’accusa di lesioni aggravate. Il conducente della macchina è stato ricoverato nell’ospedale di Saronno con una prognosi di circa un mese.

18 giugno 2018 | 18:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Salvini: «Censimento dei rom», poi si corregge. Di Maio: «La Costituzione lo vieta»

«Al Ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione rom in Italia, perché dopo Maroni non si è fatto più nulla, ed è il caos». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, leader della Lega, parlando a TeleLombardia. Salvini ha parlato di «una ricognizione sui rom in Italia per vedere chi, come, quanti», ossia «rifacendo quello che fu definito il censimento, facciamo un’anagrafe». Per il ministro, gli stranieri irregolari andranno «espulsi» con accordi fra Stati, ma «i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa». Le parole del leader leghista hanno ancora una volta scatenato reazioni al unto che poche ore dopo lo stesso Salvini ha precisato: «Non è nostra intenzione schedare o prendere le impronte digitali a nessuno, nostro obiettivo è una ricognizione della situazione dei campi rom. Intendiamo tutelare prima di tutto migliaia di bambini ai quali non è permesso frequentare la scuola regolarmente perché si preferisce read more

Milano, Maroni condannato a un anno per il caso Eupolis. Assolto per il viaggio a Tokyo con Maria Grazia Paturzo

Roberto Maroni condannato per «turbata libertà del procedimento di scelta del contraente» nel caso Eupolis, ma assolto dal reato di «induzione indebita a promettere utilità» nella vicenda Expo: la IV sezione del Tribunale di Milano ha inflitto in primo grado 1 anno di reclusione e 450 euro di multa (con pena sospesa) al leghista ex presidente della Regione Lombardia, al termine del processo che verteva su due iniziative dell’ex ministro dell’Interno, una in ambito Expo 2015 (società partecipata dalla Regione) e una in ambito Eupolis (società tutta della Regione). Sotto il primo profilo, i giudici Guadagnino-Amicone-Vanore non hanno ravvisato rilevanza penale nel favoritismo che il pm Eugenio Fusco gli addebitava per aver chiesto a fine maggio 2014 che la società Expo 2015, nella programmata missione in Giappone del presidente della Regione, si accollasse (per aggirare le stringenti regole della Corte dei Conti sugli incarichi regionali) i costi read more

Milano, borseggi alla stazione Centrale: arrestata la ladra e la complice minorenne

Arrestata venerdì una cittadina bosniaca di 36 anni e indagata la complice minorenne, sua connazionale, per tentato furto, a Milano. Gli agenti della polfer le hanno sorprese mentre seguivano un gruppo di turisti orientali sui tapis roulant della Stazione Centrale per derubarli. La donna, con l’aiuto della ragazzina che «copriva» i suoi movimenti, è riuscita ad aprire lo zaino di uno dei viaggiatori, cercando di sfilargli il portafoglio.

shadow carousel

read more

Milano, ucciso in strada con 12 colpi di pistola: muore 54enne. La moglie: «È razzismo»

Per i carabinieri si tratta di un’esecuzione nell’ambito dello spaccio di droga. E gli inquirenti avrebbero già imboccato una pista precisa. Ma la moglie della vittima parla di un omicidio a sfondo razziale. E racconta di una lite avvenuta venerdì sera in un chiosco del quartiere Tessera di Cesano Boscone con un uomo che lo avrebbe insultato per il colore della pelle. La vittima, Assane Diallo, 54 anni, di Cesano, è stata freddata con 12 colpi, un intero caricatore di una pistola semiautomatica 9 per 21. Sette i proiettili che lo hanno raggiunto alla testa, quattro al petto e altri alle braccia. La maggior parte sparata da vicino, quando l’uomo era già a terra.

Nessun testimone

L’omicidio è avvenuto sabato sera alle 22.54 in via Curiel all’angolo con via delle Querce, nel quartiere Lavagna di Corsico. Nessun testimone del delitto, nonostante sulla zona si affaccino diversi palazzi, la maggior parte di edilizia popolare gestiti dall’Aler. Il 54enne, che lavorava read more

Investita e trascinata, la nuova vita di Elena Madama: «Fisioterapia, dolci e la politica nel cuore»

«La vita fin dalla nascita mi ha posto di fronte a difficoltà fisiche, sono cresciuta imparando a superarle per essere come gli altri. Allo stesso modo sto affrontando questa situazione con volontà, energia e determinazione. Gli altri mi considerano una persona molto forte e io di sicuro non mi sento debole e indifesa, anche se i miei lati sensibili li ho come tutti». A raccontarlo a «Il Giorno» è Elena Madama, consigliera comunale pavese, investita e trascinata per quasi un chilometro sotto le ruote di un’auto quando aveva 26 anni. Alla guida della vettura c’era il 27enne moldavo Radion Suvac. La Corte di Cassazione ha confermato per lui la condanna a 15 anni. Sono passati quasi 4 anni da quella sera del 12 novembre 2014, quando a bordo di un’auto read more

Milano, il Comune consegna cinque nuovi alloggi sociali al Giambellino

Ripartire dal lavoro e dalla casa per tornare a vivere il presente e riuscire a costruire il futuro. Questo, fa sapere in una nota il Comune, l’obiettivo del progetto «Giambellino 143», ideato dalla Fondazione Pellegrini in collaborazione con la cooperativa sociale Spazio Aperto Servizi e la cooperativa Cascina Biblioteca, grazie a uno dei bandi lanciati dal Comune per la gestione degli alloggi sfitti esclusi dalla disciplina Erp nei condomini misti (stabili dove coesistono case private e popolari). Consegnate sabato alle 15:30, nel corso di una breve cerimonia d’inaugurazione nello spazio antistante lo stabile di via Giambellino 143, le chiavi dei cinque appartamenti ormai pronti per essere abitati da famiglie con bambini in grave difficoltà economica, selezionate da Spazio Aperto Servizi tra le molte domande arrivate tramite avviso pubblico. In particolare, due appartamenti saranno destinati a nuclei familiari per un periodo di 12/18 mesi, il tempo read more