Il 4 Novembre, Sala: «I milanesi sentono questo momento»

«Mi pare risuonino bene le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che centra il punto, cioè che l’amor di patria non va confuso con il nazionalismo estremo». Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, al termine delle celebrazioni in piazza Duomo delle Forze Armate, in occasione della ricorrenza del 4 Novembre e del centenario della vittoria della Grande Guerra. Quello espresso da capo dello Stato «è anche il mio pensiero e Mattarella aggiunge un richiamo all’europeismo, che ha le sue ragioni nel fatto che ogni nazione da sola non ce la farebbe, in un mondo così globalizzato – ha proseguito il sindaco – Quindi certamente bisogna portare avanti una proposta per un’Europa diversa ma l’Europa è inviolabile, a mio giudizio». Davanti alla cattedrale di Milano erano schierati i reparti delle diverse forze armate per la cerimonia dell’alzabandiera; oltre al sindaco erano presenti anche le più alte cariche istituzionali [...]  read more

Advertisements

Maltempo a Milano, cade un altro albero: l’olmo trancia i cavi della corrente

Non si ferma la conta dei danni del maltempo anche a Milano. Per le piogge che, a intermittenza, cadono da giorni, un altro albero è caduto, creando disagi in città. Un grande olmo è crollato all’alba di questa mattina in via De Amicis, pieno centro: piegandosi ha tranciato i cavi dell’illuminazione della strada e ha danneggiato un’auto parcheggiata. Vista l’ora, per fortuna, non ci sono stati feriti.Maltempo a Milano, via De Amicis bloccata dalla caduta di un alberoin riproduzione….

Il mulino dell’abbazia di Chiaravalle torna a vivere dopo quasi un secolo

Dopo quasi un secolo, ritorna l’acqua al mulino dell’Abbazia di Chiaravalle. Le imponenti macine, che in questi anni venivano mosse artificialmente da un motore, torneranno a frantumare il mais con l’energia delle acque della roggia Vettabbia, proprio come accadeva all’epoca di San Bernardo che, nel 1135, fondò il convento all’estrema periferia Sud di Milano.

shadow carousel
Il mulino dell?abbazia di Chiaravalle torna a vivere

Ci sono voluti dieci anni di lavori e burocrazia ma finalmente, domenica prossima 11 novembre, la comunità monastica e il quartiere celebreranno il ritorno dell’acqua, con una giornata di festa. «Il mulino e l’edificio che lo ospita sono tra le parti più antiche del monastero: furono costruiti in contemporanea alla chiesa e al chiostro» ricorda Roberto Mura, storico della Cooperativa Koinè, che dal 2009 gestisce la struttura. La grande macchina continuò a funzionare fino al 1830. Nel 1798, dopo la soppressione del convento in epoca napoleonica, fu acquistato da un mugnaio, [...]  read more

Milano, segregata in casa e violentata dal suo ex: ragazza si salva lanciando un biglietto dalla finestra

E’ rimasta segregata in casa per due giorni, sequestrata dall’ex compagno che l’ha ripetutamente violentata. La vittima, una ragazza ecuadoriana di 23 anni, è riuscita a salvarsi facendo arrivare in strada dalla finestra un bigliettino in cui chiedeva aiuto: il foglietto è stato raccolto dai passanti, che hanno chiamato i carabinieri.
I militari di Corsico, in provincia di Milano, hanno arrestato per violenza sessuale, sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia il suo ex fidanzato, un 29enne peruviano, attualmente disoccupato, e con un precedente per maltrattamenti in famiglia.
Milano, segregata in casa e violentata dal suo ex: ragazza si salva lanciando un biglietto dalla finestra

«Desiree come Pamela. L’immigrazione uccide»: spunta striscione razzista

«Desiree come Pamela – L’immigrazione uccide». Uno striscione bianco sul quale è stata scritta questa frase è stato appeso vicino all’ingresso della Casa dell’accoglienza di Cremona, che proprio in questi giorni festeggia i 30 anni di attività. «Sono venuti, l’hanno appeso e se ne sono andati – è il commento di don Antonio Pezzetti, direttore della Casa dell’Accoglienza -. Fatti del genere non meritano commenti». Il Pd locale parla di «atto vile di chiara matrice razzista che descrive la disumana ignoranza di una società in cui non ci riconosciamo» ed esprime la «condanna a questo gesto inaccettabile in un Paese civile che voglia essere minimamente democratico».

3 novembre 2018 | 13:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Varese, rimproverata per il ritardo a scuola: mamma sputa e insulta la maestra

La campanella dell’uscita da scuola era già suonata da più di mezz’ora, una mamma non era ancora arrivata a prendere il suo bambino. Una delle maestre, dopo avere cercato di contattare la donna per telefono, inutilmente, quando la mamma è arrivata a scuola glielo ha fatto notare. Ricevendo, come risposta, insulti e sputi. Adesso l’insegnante annuncia di voler denunciare la mamma.

E’ accaduto in una scuola primaria di Saronno, l’elementare Gianni Rodari, venerdì pomeriggio. Alle 16,15 è suonata la campanella, i genitori hanno ripreso i loro bambini: tutti, tranne uno. La maestra è rimasta ad aspettare e – come racconta La Prealpina – “non era la prima volta che la mamma arrivava in ritardo”. Una collega, a quel punto, si è offerta di aspettare al suo posto, visto che la maestra doveva prendere un treno per tornare a casa e rischiava di perderlo. Poiché i ritardi non erano una novità, “dopo esserci confrontate con la dirigenza [...]  read more

Aule off limits per i disabili: in una scuola su due gli ascensori sono fuori uso. «Servirebbero due milioni»

Le barriere architettoniche nelle scuole milanesi sono state eliminate quasi ovunque come richiede la legge, esclusi i bagni che spesso non sono ancora a norma. «È la manutenzione il problema: un istituto su due ha ascensori o montascale rotti. In questi anni non avevamo risorse per ripararli» ammette Roberto Maviglia, consigliere delegato della Città Metropolitana che non nasconde le difficoltà, rispetto al problema degli studenti disabili. Le segnalazioni arrivano da vari quartieri eppure di fronte a emergenze come infiltrazioni dai soffitti con rischio di caduta dai controsoffitti, quelle finiscono sempre sotto, nell’elenco delle priorità. «Da noi entrambi gli ascensori sono fermi, irraggiungibili i laboratori al quarto piano», racconta Simonetta Cavalieri preside dell’istituto Cardano a Lampugnano. «Per accedere alla scuola che è al piano rialzato manca il servo scala», lancia l’appello Maria Rita Donadei del tecnico Feltrinelli al Ticinese. [...]  read more

Rivolta nel carcere minorile Beccaria di Milano: calci, pugni e morsi agli agenti

Calci, pugni e addirittura un morso a un agente di polizia penitenziaria, che ha dovuto farsi medicare in ospedale per una ferita al braccio. Esplode di nuovo la rabbia violenta dei giovanissimi detenuti del carcere minorile Beccaria di Milano. Questa volta a innescare la protesta dei ragazzi reclusi, poi sfociata in aggressione alle guardie, è stata la mancanza di acqua calda nei bagni.

Il sindacato della polizia penitenziaria Si.N.A.P.Pe, con il suo coordinatore nazionale Pasquale Baiano, parla di  “serata di follia” fra celle e spazi comuni. “Con profonda amarezza e rammarico – si legge nel comunicato sindacale – si torna a denunciare situazioni emergenziali presso l’Istituto milanese, già noto per pregresse e remote vicissitudini anche analoghe, in un padiglione detentivo ristrutturato di recente, dopo biblici anni di attesa”. Negli ultimi due anni sono state almeno sei le rivolte violente al Beccaria da parte di gruppi di detenuti. Per [...]  read more

Seregno, investita giovane barista: è gravissima, caccia al pirata della strada

E’ durata poche ore la fuga del pirata della strada che venerdì mattina poco dopo le 6 al volante di un autocarro aveva travolto una donna di 28 anni lasciandola in gravi condizioni sul ciglio di una strada, e poi aveva proseguito la sua corsa, senza nemmeno fermarsi a soccorrerla. L’autotrasportatore, 48 anni, di Besana Brianza, è stato denunciato a piede libero per lesioni stradali gravi e omissione di soccorso. I carabinieri di Seregno sono riusciti a identificarlo in meno di nove ore. Ai militari, che lo hanno raggiunto nel suo luogo di lavoro, ha raccontato di non essersi accorto. Ma la spiegazione non ha convinto gli uomini dell’Arma. Poco dopo l’uomo ha ammesso le sue responsabilità. L’incidente è avvenuto in via Kennedy, a Besana Brianza. La donna aveva appena parcheggiato la sua auto e poi stava percorrendo a piedi un tratto di strada per raggiungere il bar tabacchi dove lavorava.

Forse a causa del buio, l’autotrasportatore [...]  read more

Neve in Valtellina: gli elicotteri ‘salvano’ le 200 persone bloccate allo Stelvio

Dopo quattro giorni di isolamento a causa del maltempo, stanno tornando a valle le quasi 200 persone (fra turisti e lavoratori stagionali) rimaste bloccate da sabato scorso negli alberghi a oltre 2.700 metri di quota sul passo dello Stelvio, in Valtellina. Fino a questa mattina gli elicotteri mobilitati dalla Protezione Civile regionale e dall’Esercito non si erano potuti alzare in volo a causa del forte vento e delle bufere di neve, ma nelle ultime ore la situazione è migliorata.
Maltempo in Valtellina: gli elicotteri al passo dello Stelvio per ‘salvare’ gli ospiti bloccatiin riproduzione….