Abbaiavano troppo: bruciati vivi due cani in Valtellina

È successo nella notte ad Albaredo per San Marco, in Valtellina, 300 abitanti in provincia di Sondrio. Due cani che avevano il “vizio” di abbaiare, forse davano fastidio a qualcuno, sono stati uccisi. Bruciati vivi nel recinto dove vivevano.

La proprietaria, Marzia Tarabini, ha trovato la cuccia di Bobo e Lea totalmente incenerita con i poveri resti degli animali. E ha deciso di denunciare l’orribile episodio con un post su Instagram.

“Pensi che le persone abbiano un’anima, un cuore, una coscienza. Nonostante le atrocità quotidiane nel mondo, alla fine tu sei convinto che nel tuo piccolo certe cose non succederanno. Poi ti svegli una domenica mattina e scopri dolorosamente che una mano ancora ignota, ma certamente ignobile, durante la notte ha volontariamente bruciato vive due creature che hanno commesso un unico errore: abbaiare”. Abbaiavano troppo: bruciati vivi due cani in ValtellinaUna veduta di Albaredo per San Marco (dalla pagina Facebook del comune)

Migranti, l’arcivescovo di Milano Delpini: “No all’impotenza dei cristiani mentre c’è chi muore in mare”

“Vorremmo che nessuno rimanga indifferente, che nessuno dorma tranquillo, che nessuno si sottragga a una preghiera, che nessuno declini le sue responsabilità”: si chiude così il documento firmato dal Consiglio Pastorale Diocesano con l’arcivescovo di Milano Mario Delpini che esprime “un condiviso disagio” per quanto sta accadendo sulla questione migranti. Il giorno dopo la partecipazione alla tavolata multietnica promossa dal Comune, il monsignore torna alla carica e scrive un drammatico documento che conclude la tre giorni che ha visto riuniti a Triuggio i circa 100 membri del “parlamento” interno alla Diocesi.
Delpini sabato al parco Sempione ha benedetto la “Milano che accoglie e che dà voce a chi non ce l’ha, che soccorre chi ha bisogno, la Milano che si dedica a far del bene nel volontariato”, ma di domenica striglia l’altra Milano, quella che va a messa ma è indifferente alla
read more

Elezioni amministrative: via ai ballottaggi, in Lombardia il duello è in 9 comuni

Elezioni amministrative, ballottaggi in Lombardia: si vota in 9 comuni che al primo turno, due settimane fa, non hanno raggiunto il 50 per cento dei voti. Tra questi Sondrio, l’unico capoluogo della regione che torna alle urne per eleggere il nuovo sindaco. Ballottaggio anche nell’hintelrand milanese a Bareggio, Cinisello Balsamo e Gorgonzola e a Brugherio, Carate Brianza, Nova Milanese, Seregno e Seveso in provincia di Monza e Brianza.

Gli elettori coinvolti sono 217.214, l’incognita è l’affluenza ai seggi. Dopo il crollo registrato lo scorso 10 giugno quando in Lombardia hanno votato solo il 55,1% degli elettori rispetto al 62 delle precedenti consultazioni. Il centrodestra, che in molti comuni due settimane fa era in vantaggio, spera di fare il bis. Il centrosinistra, invece, rivitalizzato dall’affermazione a Brescia dove Emilio Del Bono è stato rieletto a sorpresa al primo read more

Monza, si getta nel canale per sfuggire alla polizia e annega

Una fuga dalla polizia dopo un furto si è conclusa in tragedia. Con un uomo che ha portato via materiale elettrico da un’abitazione e poi, vistosi inseguito da una pattuglia, si è gettato nel canale Villoresi. Dove però è morto annegato. E’ successo oggi pomeriggio all’altezza di via Gerolamo Borgazzi, a Monza. Un uomo di 35 anni, probabilmente dell’est Europa, si è lanciato in acqua per sfuggire alla cattura da parte della polizia, dopo aver rubato da un appartamento materiale elettronico. Fuggito in bicicletta, sarebbe stato indicato alle forze dell’ordine dagli stessi inquilini. Una volta in acqua, l’uomo non è riuscito a restare a galla, ed è stato trascinato per diversi metri dalla corrente. Nonostante i tentativi dei poliziotti di tirarlo fuori dal canale, l’uomo è affogato.

Milano, travolto e ucciso da un tram vicino alla Centrale

Un uomo è rimasto gravemente ferito, la scorsa notte, a Milano, dopo essere stato travolto da un tram nei pressi della stazione Centrale. Si tratta di un romeno di 62 anni: trasportato in codice rosso al Policlinico, è morto questo pomeriggio.
L’uomo, da quanto è stato riferito, non aveva una fissa dimora ed è stato identificato solamente perché aveva in tasca una tessere della Caritas. Agli agenti della Polizia locale, che la scorsa notte sono intervenuti, risulta anche che non avesse alcun parente in Italia.
L’investimento si è verificato alle 23.45, all’angolo tra via Lepetit e via Vitruvio dove, per motivi ancora in corso di accertamento lo straniero, che si trovava in compagnia di un 25enne (rimasto illeso) è finito sotto il mezzo della Linea 5. È possibile, stando a quanto riferito dai soccorritori, che l’uomo fosse in stato di ebbrezza al momento del tragico incidente. Le indagini sono condotte dalla Polizia locale

Ricetta Milano: al Sempione in migliaia alla tavolata solidale per il pasto dei popoli

L’arrivo delle truppe dei partecipanti alla grande tavolata solidale al parco Sempione, a un anno dalla marcia anti razzista Insieme Senza Muri, è iniziato fin dalla mattina presto. Migliaia di persone hanno iniziato a radunarsi nel parco, dove questa notte sono stati allestiti 1300 tavoli e 2600 panche sui vialetti che vanno dall’Arco della Pace a piazza del Cannone, per circa tre chilometri di percorso.
Sono attese 7-8mila persone solo contando quelle che si sono iscritte sul sito RicettaMilano.it  E’ ancora possibile iscriversi anche sul posto, ed entrare alla maxi tavolata passando i controlli con tanto di metal detector per raggiungere il proprio posto seguendo la mappa con i colori assegnati ai vari gruppi.
Ricetta Milano: read more

Black out elettrico, zona est di Milano senza corrente per tutto il pomeriggio

Un calo di tensione. Per i troppi condizionatori in funzione, i climatizzatori, i ventilatori. E un black out che lascia l’intera zona est di Milano senza energia elettrica per tutto il pomeriggio. Niente luce, niente televisori collegati con le partite del Mondiale, niente lavoro al computer, impotenti le connessioni wi-fi, inerti frigoriferi e congelatori con le ovvie e sgradevoli conseguenze per il loro contenuto.
Black out elettrico, zona est di Milano senza corrente per tutto il pomeriggioUn ragazzo si tuffa nel Naviglio Grande per il gran caldo

Ricetta Milano: la maxi tavolata multietnica al parco Sempione

Tutto è pronto per la festa. Domani mattina inizia al parco Sempione il grande pranzo solidale #RicettaMilano, la tavolata multietnica lanciata dal Comune, a cui hanno aderito circa 200 associazioni, 160 comunità straniere, consolati, in tutto ormai quasi 7mila persone, fra gruppi, singoli e famiglie. All’evento poi in realtà potrebbe esserci anche molta più gente, visto che è possibile presentarsi e iscriversi sul posto. Si entra comunque solo previa iscrizione sul sito (ricettamilano.it) e dopo i controlli col metal detector. Nonostante le polemiche e le proteste del centrodestra, tutto sembra filare per il verso giusto in vista dell’evento, un gigantesco pranzo per la solidarietà e l’accoglienza, appuntamento finale dei 35 giorni della maratona #Insiemesenzamuri, a un anno dalla marcia dei 100mila contro il razzismo. All’iniziativa hanno aderito anche la Diocesi di Milano, l’arcivescovo Mario Delpini e lo scrittore Roberto Saviano read more

Sesto San Giovanni, un uomo ucciso a coltellate

Un uomo di 48 anni, Federico Megna, è morto nella notte di giovedì in ospedale a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, dopo essere stato accoltellato all’addome. Soccorso in via Carlo Marx, è stato ricoverato d’urgenza al San Raffaele di Milano, ma  non ce l’ha fatta. A suo carico risultavano precedenti penali.
Un blitz congiunto di carabinieri e polizia questa mattina ha portato al fermo di un uomo, di cui non si conoscono ancora le generalità: sarebbe lui l’autore dell’omicidio. L’uomo è anche sospettato di aver gravemente ferito altre due persone, entrambi pregiudicati, di cui uno in modo grave, ricoverati ieri sera all’ospedale di Sesto San Giovanni anche loro con ferite da arma da taglio.

Scollegato rispetto a questi due episodi un altro ferimento sempre a Sesto San Giovanni, avvenuto intorno alle 10 di ieri sera, quando un egiziano di 43 anni è rimasto vittima di un’aggressione in via Guglielmo Marconi. Portato in codice read more